Ristoranti e commercianti rischiano il tracollo: “Servono aiuti mirati”

0
43

Le attività di ristorazione rischiano di fallire e il direttore generale di Fipe Confcommercio, Roberto Calugi chiede aiuti mirati per queste attività. 

puglia omofobia
Ristorante (Pixabay)

Il nuovo Dpcm spaventa gli italiani. Misure restrittive quelle che verranno attuate con il nuovo decreto ministeriale dove ad essere colpiti saranno i vari rami della ristorazione: Bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie. Questi esercizi saranno i più colpiti in quanto le loro attività saranno sospese la domenica e i giorni festivi. Mentre negli altri giorni della settimana resteranno aperti al pubblico dalle 5.00 fino alle 18.00.

Se confermato questo decreto ministeriale, più di cinquantamila attività rischieranno di fallire e molto probabilmente potrebbero perdere il posto di lavoro circa 350 mila dipendenti. Con questi orari ridotti a essere prossimi al licenziamento saranno camerieri, barman e chef.

Questi dati sono stati forniti dalla Federazione italiana pubblici esercizi (FIPE), associazione leader nel settore delle imprese che svolgono attività di ristorazione e di intrattenimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> SIMEU, Salvatore Manca: “Allarme nei Pronto soccorso. Siamo in difficoltà”

Ristoranti e commercianti rischiano il tracollo: “Servono aiuti mirati”

Ristorante (Getty Images)

A parlare di questo momento tragico che potrebbe vedere sull’orlo del fallimento tantissime attività di ristorazione è stato il direttore generale di Fipe Confcommercio, Roberto Calugi.

Il direttore generale Calugi, ai microfoni de il Messaggero ha sottolineato che per queste attività “servono aiuti mirati”. ” La cassa integrazione non può più bastare perché così chiuderanno tutte le attività”.

Prevenire e non curare, questo è stato cio che ha sottolineato Calugi. Il settore della ristorazione vedrà ridurre in modo drastico il numero di clienti che assiduamente cenano fuori casa e che scelgono di andare al ristorante a pranzo.

I dati parlano chiaro e il quadro non rassicura affatto. Nel 2020 il bilancio dei Bar e ristoranti registra un negativo di 26 miliardi di euro rispetto all’anno precedente, il 2019.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Dpcm, Di Maio è sicuro: “Misure più restrittive per un Natale sereno”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui