Covid-19, Gualtieri: “Indennizzi più alti, tutto entro metà novembre” 

0
43

Covid-19, il ministro Roberto Gualtieri assicura indennizzi entro massimo la metà di novembre. E assicura che le cifre versate agli italiani saranno più alte rispetto all’ultima volta. 

Covid-19
Il ministro dell’Economia Gualtieri (Getty Images)

Gli indennizzi per i lavoratori danneggiati dal Covid-19 arriveranno prima del previsto, e saranno anche più alti rispetto ai precedenti. Lo ha assicurato Roberto Gualtieri, ministro dell’economia, intervenuto ai microfoni di Tg1. C’è anche una possibile data: l’11 novembre, giorno entro cui tutti i richiedenti potrebbero già ottenere un primo sussidio.

Se non dovesse essere precisamente per questo giorno, sarà comunque “per la metà di novembre” come spiega il politico. “Daremo un indennizzo superiore in quest’occasione. Sappiamo bene che sono stati mesi difficili questi e la quota sarà pertanto un po’ più alta rispetto alla scorsa volta”, promette Gualtieri.

soldi euro (via Pixabay)

Covid-19, Gualtieri: “Indennizzi in arrivo”

Nel frattempo il Governo è a lavoro proprio per accorciare i tempi e offrire questi liquidi il prima possibile: “Stiamo lavorando – continua il ministro – affinché questi aiuti arrivino il prima possibile. Siamo del parere che l’Agenzia delle Entrate possa erogare questi contributi già entro metà novembre, forse addirittura entro l’11 novembre. La velocità sarà garantita dallo stesso meccanismo già utilizzato per la volta precedente. Pertanto tutti quelli che hanno già fatto domanda riceveranno questo nuovo sussidio in automatico”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Casalino positivo al Covid-19: preoccupazione a Palazzo Chigi

Sull’argomento, come noto, si è pronunciato anche lo stesso Premier durante l’intervento di oggi per il nuovo DPCM: “Siamo consapevoli che questa situazione stia creando nuove diseguaglianze che si aggiungono a quelle già esistenti. Ci sono fasce più colpite e persone meno tutelate che non possono contare su uno stipendio o un’entrata fissa. Comprendo i sacrifici che stiamo chiedendo ad alcuni proprietari, alle persone dello spettacolo o ai commercianti. Non mi piace fare promesse, ma prendo un impegno a nome dell’intero governo: sono già pronti gli indennizzi per tutti coloro che verranno danneggiati da queste nuove norme”.

Leggi anche —-> Covid-19, bollettino del 25 ottobre: 21273 contagiati, 128 deceduti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui