Conferenza Conte, illustrato il nuovo Dpcm: “Momento delicato per tutti”

0

Si è conclusa poco fa la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte, durante la quale ha illustrato il nuovo Dpcm firmato questa mattina

conferenza Conte
Conferenza Conte, illustrato il nuovo Dpcm (YouTube)

L’emergenza Coronavirus si sta facendo sempre più preoccupante in tutta Italia. Per questo motivo, il premier Giuseppe Conte ha firmato questa mattina un nuovo Dpcm, con restrizioni ancor più severe e limitanti. Le strette aggiornate saranno attive già dalla mezzanotte di oggi, e resteranno in vigore fino al prossimo 24 novembre.

Confermato quanto già anticipato dalla bozza di ieri sera. Per quanto riguarda bar e ristoranti, disposta la chiusura dalle ore 18, ma concessa l’apertura la domenica e i festivi. Palestre, piscine, teatri e cinema chiusi per un mese, mentre viene concessa l’attività sportiva dilettantistica e professionistica a porte chiuse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, governo firma nuovo Dpcm: cosa prevede

Conferenza Conte, aiuti economici e cassa integrazione: le novità

conferenza Conte
Tutte le novità del nuovo Dpcm (Foto: Getty)

Durante la conferenza stampa appena conclusasi, il premier Giuseppe Conte ha illustrato nel dettaglio i punti che compongono il nuovo Dpcm. Oltre alla chiusura di bar, ristoranti, attività sportive e ricreative, largo spazio anche agli aiuti economici previsti per i cittadini. “Misura quantomai necessaria per tenere sotto controllo la curva epidemiologica. Non ci piace parlare di coprifuoco, è una raccomandazione a muoversi solamente per motivi strettamente necessari” le parole del Presidente del Consiglio: “Invitiamo inoltre a non ricevere persone in casa, se non familiari conviventi“.

Questione scuola: per tutti gli istituti secondari, disposta la didattica a distanza per il 75%. Per quanto riguarda i ristori, arriveranno direttamente sul conto corrente dei diretti interessati tramite bonifico bancario dell’Agenzia delle Entrate. La seconda data dell’Imu, prevista per il prossimo 16 dicembre, verrà cancellata. Ci sarà inoltre un credito d’imposta per gli affitti commerciali dei mesi di ottobre e novembre.

Altro tema che ha tenuto banco è quello relativo al tema dello smart working, di cui tanto si è discusso negli ultimi mesi. In questo senso, il Presidente del Consiglio ne ha esortato l’utilizzo anche nel settore privato, oltre che quello pubblico. “L’Italia è un grande paese, ce la faremo anche questa volta. Il nostro obiettivo è quello di affrontare le feste natalizie con più serenità” ha continuato il premier: “Abbiamo dimostrato di potercela fare la scorsa primavera, ce la faremo anche adesso“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Roma, Forza Nuova protesta in piazza: scontri con la Polizia – VIDEO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui