Carpi, la Polizia gli sequestra l’auto e lui decide di rubarla

0
42

A Carpi, un ragazzo ha deciso di rubare l’automobile che gli era stata sequestrata la sera prima dalla Polizia. 

Getty Images

Ha deciso che le forze dell’ordine gli avevano sequestrato ingiustamente la sua auto, e ha dunque pensato che poteva riprendersela senza troppi problemi. A Carpi, è accaduto un episodio che sicuramente resterà nella cronaca del comune. Durante un normale controllo svolto dalla Polizia Stradale, una pattuglia abbia individuata una vettura ritenuta sospetta decidendo di fermarla. Il conducente però ha deciso di infischiarsene dell’alt della polizia ed è andato dritto per la sua strada. A un certo punto però ha cambiato idea e si è fermato, provando a fuggire a piedi insieme agli altri passeggeri. Soltanto uno di loro però è riuscito a scappare, mentre gli altri sono stati rintracciati e immediatamente bloccati dalle forze dell’ordine. I poliziotti hanno perquisito la vettura e al suo interno hanno trovato degli attrezzi da scasso. 

Leggi anche: Oggi è un attore e si parla solo di lui in TV: lo riconoscete?

Carpi, il giorno dopo arriva la denuncia del proprietario del deposito

Getty Images

A quel punto le due persone fermate, hanno iniziato ad agitarsi e a insultare gli agenti, che hanno oltretutto scoperto che il conducente non possedeva nemmeno la patente. L’auto è stata sequestrata e portata in un deposito della città, mentre i due protagonisti di questa incredibile storia sono stati portati in commissariato per essere poi rilasciati terminati gli accertamenti. Il mattino dopo però, il proprietario del deposito in cui era custodita l’automobile ne ha denunciato il furto durante la notte. Per fortuna, le videocamere di sorveglianza hanno consentito agli inquirenti di individuare abbastanza in fretta gli autori del crimine. E indovinate un po? Si trattava del ragazzo fermato la notte prima, che evidentemente non aveva preso bene il sequestro della sua vettura. A quel punto nei suoi confronti sono scattate delle accuse molto pesanti che vanno da oltraggio a pubblico ufficiale fino a effrazione e furto e furto aggravato. Di sicuro, non una mossa molto intelligente da parte del ragazzo, che adesso si ritroverà ben presto sotto processo.

Leggi anche: Russia, lo strano racconto degli astronauti della Saljut 7

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui