Covid, Azzolina a Fontana: “Collaboriamo per evitare didattica a distanza”

0
42

Covid, continua a far discutere il tema relativo alla didattica a distanza. Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha scritto al presidente della Lombardia Fontana

covid azzolina
Covid, il ministro Lucia Azzolina ha scritto ad Attilio Fontana per evitare la didattica a distanza (Foto: Facebook)

Da questa sera, in Lombardia sarà attivo il coprifuoco dalle ore 23 alle 5 del mattino seguente. È solo una delle tante restrizioni imposte in Lombardia dal governatore Attilio Fontana, che sta cercando di arginare un’emergenza Covid sempre più preoccupante nel nord Italia. Uno dei tanti temi di cui si sta discutendo è quello relativo alla didattica a distanza.

A tal proposito, il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha scritto al presidente della Lombardia Attilio Fontana, per chiedergli di rivedere le decisioni prese a riguardo.Si tratta di un’imposizione che non tiene conto degli enormi sforzi compiuti in questi mesi dallo comunità scolasticale sue parole: “È stato fatto il possibile per garantire l’ordinario svolgimento dell’anno scolastico, didattica a distanza è un passo indietro“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Autocertificazione, scarica il nuovo modulo per girare con il coprifuoco

Covid, Azzolina: “Lavoriamo insieme per trovare soluzioni alternative”

lombardia Coronavirus medici pensione
Chiesta la cooperazione del governatore lombardo per trovare soluzioni alternative (Getty Images)

Fa discutere la scelta del presidente della Lombardia Attilio Fontana di applicare la didattica a distanza per arginare l’emergenza Covid. Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha scritto al governatore lombardo per chiedergli di tornare sui suoi passi e trovare altre soluzioni. “Desidero lavorare con lei, per trovare delle soluzioni alternative a quella adottata. Abbiamo entrambi come obiettivo il rispetto del diritto alla salute dei cittadini, così come del diritto allo studio di tutti i nostri studenti e studentesse” riporta Adnkronos: “Noi siamo disposti a collaborare, chiediamo però dall’altra parte la massima disponibilità a parlarne“.

Una richiesta chiara e precisa, per venirsi in contro e garantire la didattica in presenza negli istituti scolastici. “Con una cooperazione tra tutti gli attori istituzionali, nazionali e locali, si può arrivare ad una scelta intelligente e che possa garantire il proseguo dell’anno scolasticoha concluso: “La scuola è un avamposto di legalità e di speranza per il futuro dell’Italia“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, Conte: “Situazione critica, pronti ad intervenire se necessario” – VIDEO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui