Coronavirus Roma, bus privati per rafforzare trasporto pubblico

0
38

Coronavirus, a Roma si va verso il rafforzamento del trasporto pubblico con bus privati. La decisione sta per essere varata dal Campidoglio

coronavirus roma
Coronavirus, a Roma si sta pensando di rafforzare il trasporto pubblico con bus privati (Getty Images)

Tra i temi più spesso trattati nelle ultime settimane, c’è quello relativo al trasporto pubblico italiano. Con l’emergenza Coronavirus in corso, i vari assembramenti e le insufficienti tratte garantite stanno contribuendo ad una crescita esponenziale di casi positivi, tanto che c’è chi punta il dito proprio contro il governo.

A Roma, in questo senso, si sta pensando di agire repentinamente per rafforzare le linee pubbliche garantite e permettere una distribuzione più omogenea dei cittadini, così da poter garantire le distanze di sicurezza. La nuova misura, che starebbe per essere varata dal Campidoglio, prevede l’utilizzo di bus privati – di proprietà dell’Atac – per aumentare il parco mezzi che circola in città. Questi verranno utilizzati soprattutto durante le ore di punta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Conte: “Situazione critica, pronti ad intervenire se necessario” – VIDEO

Coronavirus, chiusura centri sportivi: 70mila firme contro

coronavirus roma
Raccolta firme contro la chiusura dei centri sportivi (Getty Images)

L’emergenza Coronavirus continua a preoccupare con sempre più insistenza. Per rallentare la curva dei contagi, a Roma si sta pensando di rafforzare il trasporto pubblico con bus privati, in modo da garantire una distribuzione più omogenea dei cittadini. Ma potrebbe non bastare. Intanto, qualche giorno fa il premier Giuseppe Conte ha dichiarato che si sta valutando la chiusura delle attività sportive svolte dai privati. La possibile stretta sta causando parecchi malumori, tanto che sul sito Change.org è nata una vera e propria raccolta firme per scongiurare la decisione.

In poco più di 24 ore, sono state raccolte oltre 70mila firme. L’appello, lanciato dal Movimento Salva Palestre, dichiara l’ingiustizia dell’eventuale provvedimento sospensivo dei centri sportivi. “Abbiamo rispettato tutti i protocolli imposti a maggio, non capiamo la decisione di chiudere” si legge sul sito.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Autocertificazione, scarica il nuovo modulo per girare con il coprifuoco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui