Terremoto in Alaska, forte scossa di magnitudo 7.4: la situazione

Una fortissima scossa di magnitudo 7.4 ha messo in ginocchio l’Alaska ed è stata emessa anche l’allerta tsunami

Terremoto Alaska
Terremoto Alaska (Foto: Websource)

Una forte scossa di magnitudo 7.4 ha colpito l’Alaska, al largo delle isole Auletine nello stretto di Bering, alle 12:54 di ieri (22:54 ora italiana) ed ha avuto una profondità di 20 chilometri. Le coordinate geografiche sono state (lat, lon) 54.67, –159.78. Dopo 11 minuti è stata segnalato un nuovo sisma si assestamento di magnitudo 5.2. Le autorità hanno diramato un’allerta tsunami, secondo quanto annunciato dall’U.S. Geological Survey. Ad avvertire chiaramente la scossa anche gli abitanti di San Point, Chignik, Unalaska e della penisola di Kenai. Le autorità hanno chiesto a tutti di mantenere la calma e di spostarsi sull’entroterra e su terreni più elevati.

LEGGI ANCHE—> Meteo, oggi tempo stabile: fase di caldo anomalo al Sud

Alaska non nuova a forti terremoti

Terremoto Sudafrica
Terremoto (Foto: Getty)

L’arco delle isole Auletine non è nuovo a forti terremoto, spesso con magnitudo oltre l’8.3 a partire dal 1900. Si ricordano storicamente quello del 28 marzo del 1964, un sisma di magnitudo 9.2 (il secondo più forte mai registrato). Questo evento causò la rottura di una regione di circa 700 km, provocando uno tsunami che produsse danni fino alle Hawaii. Forti anche i terremoti del 1938 e del 1946, rispettivamente di magnitudo 8.3 ed 8.6. L’ultimo evento sismico rilevante è avvenuto il 22 luglio scorso ed ha avuto una magnitudo di 7.7.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus Roma, chiusa la scuola dei Vigili del Fuoco a Capannelle