Covid-19, Gualtieri: “Nuova manovra, così aiuteremo gli italiani” 

Covid-19, ecco il programma del ministro Roberto Gualtieri. Intervenuto in serata, il politico annuncia nuovi fondi per gli italiani in piena emergenza sanitaria. 

Recovery Gualtieri
Il ministro dell’Economia Gualtieri (Getty Images)

Nuove risorse per la ripresa, estensione della cassa integrazione e conferma del blocco ai licenziamenti. E’ questo quanto annunciato da Roberto Gualtieri, ministro dell’economia, intervenuto stasera a proposito delle manovre per fronteggiare l’emergenza da Covid-19. Saranno in particolare 70 i miliardi stanziati per il rilancio nazionale.

Di questi, buona parte andranno alle strutture scolastiche: “Aumenteremo il budget per l’edilizia scolastica e universitaria, si tratta di una manovra forte e ambiziosa il cui fine è quello di dare un forte impulso per la ripresa”. Mentre 5 miliardi saranno stanziati per garantire le casse integrazioni “che arriveranno anche nei prossimi mesi per tutelare tutti, lavoratori e aziende”. 

Manovra Anticovid

Covid-19, il punto del ministro Gualtieri

Dunque ci si andrà sicuri fino al 2021, quando sono poi in programma delle possibili novità: “Per il nuovo anno stiamo valutando con i sindacati le possibili modalità per garantire una tutela adeguata nella fase di emergenza”, aggiunge. Interventi di cui Gualtieri è orgoglioso, considerando quanto evidenziato dal politico: “Le misure finora adottate dal nostro governo hanno protetto efficacemente l’occupazione, considerando che si è registrato solo di un calo del 2% a fronte di un Pil in discesa del 9%. Pertanto le misure attuate hanno salvato milioni di posti di lavoro e vogliamo proseguire su questa scia”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Coprifuoco Lombardia, ok del governo: chiusura alle 23

Pronto un ulteriore supporto alle famiglie italiane: “Con questa manovra stanzieremo le risorse necessarie per far partire dal primo luglio l’assegno universale per le famiglie con i figli, dove ogni nucleo potrà ricevere fino a 200 euro al mese per figlio per tutte le tipologie”. Tornando al lavoro, sono poi pronti anche dei vantaggi fiscali per i giovani italiani: “Procederemo con la decontribuzione per coloro che sono sotto i 35 anni e poi attueremo la fiscalità di vantaggio per il Sud al fine di nuove assunzioni”.

Leggi anche —-> Covid-19, Pregliasco: “Stop al superfluo, il lockdown va evitato”