Covid-19, Cirio: “Controlli a campione per chi arriva dalla Francia”

Emergenza Covid-19, il presidente del Piemonte Alberto Cirio ha annunciato controlli a campione per chi arriva e varca le frontiere

covid-19 cirio
Covid-19, Cirio ha annunciato nuove strette in Piemonte (Foto: Getty)

Nella serata di ieri, il premier Giuseppe Conte ha annunciato in diretta nazionale alcune nuove misure per rallentare l’aumento dei contagi legato al Covid-19. L’emergenza continua, e i dati sono sempre più allarmanti su tutto il territorio. Grandi responsabilità sono state date anche ai sindaci e ai presidenti di Regione, che dovranno collaborare continuamente col governo.

Intervenuto ad Agorà su Rai 3, il presidente del Piemonte Alberto Cirio ha affrontato l’argomento, promettendo nuovi controlli a campione per chi arriva e varca le frontiere.È il massimo che un presidente di regione può fare, in quanto non ho un esercito da mandare in frontiera” le parole riportate da Adnkronos:Abbiamo collaborato con la Protezione Civile per attivare meccanismi di controllo ai varchi di frontiera con la Francia“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, focolaio in provincia di Napoli: 70 positivi in una Rsa

Covid-19, Cirio: “Ecco cosa cambierà alle frontiere”

covid-19 cirio
Alle frontiere, test a campione per chi arriva dalla Francia (Getty Images)

Intervistato dal programma tv Agorà su Rai 3, il presidente della regione Piemonte Alberto Cirio ha commentato l’attuale emergenza Covid-19 in Italia, promettendo nuove misure nei prossimi giorni. “Stiamo allestendo tende della Protezione Civile ai varchi di frontiera con la Francia, il tutto affiancati dalla polizia” ha dichiarato, aggiungendo che: “Faremo controlli a campione, nel senso che misureremo la febbre a chi arriva e varca le nostre frontiere. Di più non possiamo fare, in quanto andremmo a toccare competenze di diritto internazionale“.

Una novità volta a monitorare con maggior attenzione chi entra in territorio italiano dal Piemonte. Nel corso del suo intervento, il presidente Cirio ha poi aggiunto cosa succederà in caso chi entra dovesse presentare sintomi.Noi diciamo a chi arriva che sta per entrare in un territorio presidiato, tutto qui” aggiungendo che: “Se ha la febbre, gli intimiamo di andare all’Asl più vicina“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Governo, via libera alla Manovra: altri 40 miliardi contro la pandemia