Vaccino Coronavirus, quello di Oxford arriva a Natale

0
21

Vaccino Coronavirus, la ricerca portata avanti dall’università di Oxford è vicina al risultato. Entro fine anno le prime dosi

Vaccino Covid
Vaccino Coronavirus, a Oxford sono vicino al risultato  (Getty Images)

Natale con il Coronavirus? Di questi tempi sembra quasi una certezza. Ma anche Natale con il vaccino, il primo in Europa. In pole position c’è quello al quale stanno lavoramdo da mesi all’università di Oxford, un progetto nel quale anche l’Italia è parte in causa.

La conferma è arrivata, secondo indiscrezioni fraccolte dalla stampa inglese, dalle frasi pronunciate da Jonathan Van-Tam (vicecapo dei consiglieri medici del governo britannico). Durante un’udienza a porte chiuse con una commissione della camera dei Comuni ha detto che ormai il risultato è vicino e “non è completamente aspettarsi che potremo distribuire il vaccino subito dopo Natale”.

Vaccino Oxford
Coronavirus, kil vaccino si avvicina (Getty Images)

Il vaccino di cui parla è quello in fase di sperimentazione avanzata nei laboratori di Oxford, prodotto dalla AstraZeneca in collaborazione con il centro italiano di Pomezia. La fase tre dei test, decisiva per l’approvazione, potrebbe cominciare a dicembre e per questo se le risposte saranno positive è possibile immaginare la distribuzione entro la fine dell’anno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, Pfizer annuncia: “Pronto entro novembre”

Vaccino Coronavirus, l’Italia ha già prenotato la fornitura da AstraZeneca

L’Italia ha già prenotato un importante numero di dosi che AstraZeneca dovrà distribuire in tutta Europa. E il fatto che il risultato sia vicino sarebbe dimostrato anche da un altro particolare. Migliaia di medici e infermieri del servizio sanitario pubblico britannico stanno ricevendo istruzioni per somministrare il vaccino prima della fine dell’anno, come scrive il ‘Sunday Times’.

I primi vaccini, almeno in Gran Bretagna, saranno somministrati agli anziani e ai più vulnerabili anche perchè serviranno diversi mesi. Novità che contrastano con quanto detto solo la settimana scorsa dal premier Boris Johnson (“Un vaccino potrebbe non arrivare mai”). Parole in realtà pronunciate, secondo chi gli sta vicino, solo per non alimentare false speranze nella popolazione.

Sempre oggi il ‘Mail on Sunday’ ha pubblicato un video che mostra come le prime dosi di un altro vaccino, sviluppato dall’americana Pfizer, escano dai suoi stabilimenti di Puurs, in Belgio. Saranno distribuiti in tutto il mondo non appena termineranno con successo i test clinici. Pfizer spera di avere almeno 100 milioni di dosi disponibili già quest’anno e 1,3 miliardi entro il 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui