Covid, Galli: “Il non necessario verrà tolto a breve”

0
20

Si pronuncia sulla situazione Covid-19 in Italia anche il primario di Malattie infettive all’Ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli.

Covid Galli
Le parole del virologo milanese (Screenshot)

Cresce la preoccupazione e lo sconforto per la situazione Covid-19 in Italia con Massimo Galli, primariodi Malattie infettive al Sacco di Milano, che ha riportato lo sconforto tra il personale è tangibile. Una situazione a dir poco drammatica con Sacco che ha affermato che alcuni operatori sanitari sono scoppiati in lacrime al solo pensiero di tornare nella drammatica situazione di febbraio-marzo.

A testimoniare la situazione drammatica sono i numeri del contagio, che in Italia crescono rapidamente. Per Galli, infatti, nei prossimi 15 giorni l’Italia potrebbe cadere nella stessa situazione della Francia, lanciando l’allarme per il futuro prossimo. Nella giornata di sabato abbiamo avuto 11mila nuovi casi registrati. Massimo Galli ha inoltre affermato che da tempo si temeva questa situazione, dichiarando: “Se un’epidemia prende un determinato andamento, puoi prevedere come si espanderà e in quali tempi, senza essere un mago”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, vertice Governo-Regioni: Boccia incontra Azzolina e De Micheli

Covid, il primario Galli: nuove limitazioni in arrivo

Covid Galli
Le parole dell’infettivologo sulla pandemia (Foto: Getty)

Massimo Galli è stato molto critico sulla situazione italiana da Covid-19. Infatti per il primario del Sacco di Milano non ci troveremmo nella situazione attuale, se si fosse prestata più attenzione durante questa estate. In merito il primario ha affermato: “Il conseguente movimento di persone può aver contribuito all’aumento dei casi. È spiacevole dirlo. Anche se l’infezione tra i giovani si diffonde più fuori che dentro la scuola“.

Il primario ancora una volta si è mostrato critico verso la situazione attuale, affermando che la normalità è ancora lontana e del vaccino non si vede ombra. Bisogna stringere i denti e sacrificarsi un altro pò rispettando le nuove restrizioni. Galli ha infine concluso: “Tutto quello che non è essenziale ed è potenzialmente pericoloso come occasione di diffusione del virus dovrà necessariamente essere evitato, per la sicurezza di tutti“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Nuovo Dpcm, le indicazioni del Cts: i punti caldi in Italia

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui