Pozzuoli, ex infermiere acceca un paziente: il motivo è assurdo

0
20

Pozzuoli, dramma all’ospedale Santa Maria delle Grazie. Un litigio in attesa di passare per una visita è finito malissimo

febbre del Nilo
Pozzuoli, terribile aggressione ad un paziente che attendeva una visita (archivio Pixabay)

Tutto è successo in un attimo e in contorni sono ancora da chiarire. Ma secondo le prime testimonianze la drammatica aggressione della quale è rimasto vittima un 41enne appena fuori dall’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli è assurda.

L’uomo era in coda perché aveva un appuntamento per una visita specialistica e come altri stavca aspettando nell’area-filtro anti-Coronavirus dell’ospedale alle porte di Napoli. Con lui in fila c’era anche un 44enne che, come hanno riferito le cronache locali (in particolare ‘Il Mattino’), per diversi anni aveva lavorato come infermiere in alcune struttire del Nord Italia

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salerno, aggressione in ospedale: medico e infermiere picchiati

Pozzuoli, soccorsi immediati dopo l’aggressione ma l’uomo ha perso un occhio

Ad un certo punto, come riporta la ricostruzione dei fatti, il 44enne ha chiesto una sigaretta all’altro uomo in coda. Poi qualche minuto dopo è tornato indietro per chiedere se l’altro avesse anche da accendere. A quel punto il 41enne ha fatto una battuta del tipo “Ma cosa ti serve dopo? Vuoi anche un polmone?”.

formia coronavirus spallanzani
Dopo l’aggressione i soccorsi sono stati immediati (Getty Images)

Poteva finire lì e invece la reazione dell’ex infermiere è stata inconsulta. Avrebbe immediatamente aggredito l’altro puntando dritto agli occhi. Facendo forza con le dita è entrato in un occhio dall’orbita sinistra e con quel gesto è anche riuscito a fare esplodere il bulbo oculare destro.

Immediata la richiesta di aiuto e la chiamata alle forze dell’ordine. L’uomo ferito è stato soccorso subito ma pare che per uno dei due occhi non ci sia nilla da fare. Le condizioni dell’altro occhio invece saranno valutate nei prossimi giorni. L’aggressore invece è stato sottoposto a fermo e adesso si trova in carcere in attesa di giudizio in via direttissima. Per lui l’accusa è di lesioni aggravate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui