Covid-19, Crisanti: “E’ tutto fuori controllo, ora c’è un’unica soluzione” 

0
19

Covid-19, Andrea Crisanti fa il punto della situazione ai microfoni del Corriere della Sera. L’esperto riferisce di un sistema ormai esploso e pone un unico rimedio per salvaguardare l’Italia. 

Focolaio Covid
 (Foto: Getty)

E’ troppo tardi: il sistema è ormai esploso, e il rischio adesso è di precipitare nuovamente nel baratro sul fronte Covid-19. Non ha dubbi il virologo Andrea Crisanti intervenuto quest’oggi ai microfoni del Corriere della Sera: la seconda ondata è entrata ufficialmente come testimoniano gli oltre 10.000 nuovi contagiati di ieri. E sono cadute in un niente tutte le barriere brillantemente allestite durante il periodo estivo.

Covid Crisanti

Covid-19, Crisanti fa il punto della situazione

Secondo l’esperto, infatti, il sistema di controllo dell’epidemia si sta semplicemente “sbriciolando sotto il peso dei numeri ed è finito fuori controllo. Con 9-10 mila casi al giorno, la sorveglianza non puoi più farla perché non hai la capacità di testare tutti i soggetti a rischio. Bisognava contenere il contagio sotto quota duemila. Ci siamo riusciti per un po’, dopodiché la prima linea di difesa è saltata e il sistema è crollato”.

Potrebbe interessarti anche —-> Covid, si va verso un nuovo Dpcm: tutte le ipotesi in campo

Arrivati a questo punto c’è un’unica soluzione a suo avviso: prima optando in maniera graduale a nuove restrizioni accettabili e che non intacchino troppo l’economia nostrana, poi con una politica aggressiva volta a identificare e soffocare focolai e zone rosse. In ultimo una sorta di periodo di sospensione, ovvero un’alternativa più soft al lockdown, con un’attenta sorveglianza che riesca a mantenere sotto controllo la curve epidemiologica.

Su come siamo arrivati a questo punto, Crisanti non ha dubbi: “Quando abbiamo riaperto scuole e attività non c’è stato un parallelo aumento della capacità di fare test, l’unica cosa che ci avrebbe difeso”. Questa volta l’incubo può durare anche più del dovuto: “Se non si trova un vaccino o una cura efficace, la prossima estate rischia di essere più difficile di quella passata che aveva beneficiato del lungo lockdown”, anticipa lo scienziato.

Leggi anche —-> Covid, nuove regole per matrimoni e cerimonie: i dettagli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui