Vicenza, trova 35mila euro in un cassetto: il gesto nobile

Vicenza, trova 35mila euro in un cassetto. Un disoccupato, che aveva tenuto per sè il mobile dopo un trasloco, decide di agire secondo coscienza

Vicenza, trova 35mila euro in un cassetto e li restituisce (via Pixabay)

Disoccupato, con un sussidio mensile minimo di poco superiore ai 200 euro e residente in un monolocale del Comune. Eppure un 59enne che vive a Vicenza non ha esitato un attimo quando ha fatto una scoperta che poteva di certo miglioragli la vita. Dietro al cassetto di un comodino che aveva in casa, ha trovato 35mila euro in vari tagli.

Lo stava semplicemente pulendo, perché quel mobile era finito in casa sua dopo un trasloco fatto tempo fa. Una famiglia lo aveva chiamato un anno fa per aiutarla a sgombrare casa da alcuni mobili. Lui aveva portato tutto in discarica ma si era tenuto quel comodino che poteva fargli comodo ed era ancora in buono stato.

barzago cadavere
I carabinieri stanno indagando sul proprietario (Facebook)

Due giorni fa, mentre lo stava pulendo, il ritrovamento. Dopo la meraviglia iniziale, però, non ha esitato un attimo a chiamare le forze dell’ordine, come racconta la stampa locale. Ora gli agenti stanno facendo verifiche per risalire all’origine di quei soldi ma la storia potrebbe avere un lieto fine. Per legge infatti all’uomo può andare almeno il 10 per cento della somma. Ma se fosse dimostrabile che il legittimo proprietario sia lui, allora sarebbe tutto suo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Parma, senegalese restituisce Rolex smarrito e viene assunto

Soldi ritrovati, come funziona la legge in Italia e quanto spetta a chi li riconsegna

Cassa integrazione
Soldi e oggetti smarriti, come funziona la legge? (Pixabay)

Cosa succede in genere per chi ritrova un oggetto smarrito, compresi i soldi? In base al codice civile dovrà essere ricompensato dal proprietario del bene, a patto che il bene abbia un reale valore in denaro e che il proprietario sia identificato.

La ricerca del proprietario non spetta a chi ritrova l’oggetto, ma alle autorità. Quindi chi ritrova un oggetto, a partire dal classico portafogli, è tenuto a consegnarlo presso il Comune in cui l’ha rinvenuto. Se invece l’oggetto è stato volontariamente abbandonato dal proprietario, chi lo trova ne diventa titolare

Chi trova l’oggetto, specie se è un portafogli, ha il diritto di vedere se c’è modo di risalire al proprietario, cercando ad esempio dei documenti. La ricompensa prevista per legge è pari al 10 per cento del valore sempre che il legittimo proprietario non decida di andare anche oltre.