Riapertura stadi, Spadafora: “Se ne riparlerà tra un mese, per ora no”

0
24

Intervenuto alla trasmissione “Il Mix delle 5”, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha affrontato il tema relativo alla riapertura degli stadi

riapertura stadi Spadafora
Riapertura stadi, parla il ministro Spadafora (Facebook)

Il Coronavirus sta continuando a colpire anche il mondo del calcio. Il bilancio relativo a calciatori e membri dello staff positivi è sempre più alto, anche se per il momento il proseguo della Serie A non sembra essere a rischio. Le squadre stanno continuando ad allenarsi e, dopo lo stop causa nazionali, torneranno in campo questo weekend.

Uno dei temi maggiormente affrontati in ottica calcio, è quello relativo alla riapertura degli stadi. Fino a poche settimane fa, si parlava della possibilità di aprire ad un numero di persone pari al 25% della capienza totale dello stadio. Visto il rapido aumento dei casi giornalieri, poi, si è deciso di agire in maniera differente. In diretta alla trasmissione “Il Mix delle 5” su Rai Radio1, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora è intervenuto a riguardo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, nuovo ruolo per Paratici: la decisione del Cda

Riapertura stadi, Spadafora: “Decisione rinviata al prossimo mese”

riapertura stadi spadafora
La decisione è stata rinviata al prossimo mese (Facebook)

Nelle scorse settimane, sembrava si stesse andando verso una riapertura parziale degli stadi, col 25% di pubblico rispetto alla capienza delle strutture. Al momento, visti i picchi registrati negli ultimi giorni, la situazione è completamente diversa. Intervenuto in diretta alla trasmissione “Il Mix delle 5” su Rai Radio1, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha affrontato il tema. “Riapertura stadi? Resteranno vuoti almeno fino al prossimo mesele sue parole: “Qualche tempo fa, alcune Regioni avevano proposto un 25% di pubblico, ma al momento è infattibile da autorizzare come cosa“.

Una decisione quasi scontata, visti i numeri in continuo aumento e il nuovo Dpcm emanato qualche giorno fa dal Governo. “Almeno fino al prossimo mese la situazione resterà la medesima, bisogna poi vedere come si svilupperà la curva dei contagi fino a novembre” ha continuato Spadafora: “Credo comunque che il campionato non sia a rischio e gli italiani potranno continuare a vedere le partite, o almeno me lo auguro“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Juventus: “Faremo di tutto per ottenere riassegnazione scudetti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui