Juventus: “Faremo di tutto per ottenere riassegnazione scudetti”

0
21

La Juventus ha pubblicato un comunicato in cui ha affermato che la società farà di tutto per ottenere la riassegnazione dei due scudetti revocati dalla sentenza. 

Getty Images

Per la Juventus calciopoli è ancora una ferita aperta, e il club bianconero farà di tutto per ottenere la riassegnazione dei due scudetti tolti. Questa infatti è stata la risposta della società all’interrogazione di un azionista attraverso un comunicato pubblicato su internet. Nella nota diramata si legge: “abbiamo nel corso degli anni spedito tutte le azioni a tutela della società per ottenere quanto dovuto. Siamo in attesa della fissazione dei ricorsi al TAR che da ultimo abbiamo proposto, avverso la decisione degli organi della Giustizia Sportiva del Coni. Ogni tentativo di ottenere la riassegnazione degli scudetti sarà effettuato dalla società”. D’altronde, la battaglia legale della Juventus su questa vicenda si è sempre concentrata sul fatto che il club ritiene di non essere stato trattato equamente rispetto alle altra squadre finite coinvolto nello scandalo del 2006, e in ragione di questo ritiene di aver subito una pena ingiusta ed eccessiva. 

Leggi anche: Juventus, UFFICIALE: un altro giocatore è positivo al coronavirus

Juventus, scudetti revocati: le dichiarazioni dell’ex capo della procura di Napoli

Getty Images

E qualche giorno ci hanno pensato le dichiarazioni dell’ex capo della Procura di Napoli Giandomenico Lepore che ai giornalisti ha spiegato che “quell’indagine doveva colpire tutte le squadre, compresa il Napoli che poteva essere coinvolto, la seconda squadra che doveva essere esaminata l’Inter, ma L’Espresso pubblicò le intercettazioni ed i telefoni iniziarono a tacere, fu un modo di fermare, volevano evitare che si indagasse su tutto il calcio”. Secondo Lepore infatti, le indagini furono condotte in modo parziale, lasciando intendere che tra le oltre 170 mila intercettazioni del processo, furono scelte solo quelle che andarono a costituire l’impianto accusatorio contro Luciano Moggi, che in quel momento ricopriva il ruolo di direttore sportivo dei bianconeri.

Leggi anche: Juventus-Napoli, UFFICIALE: la decisione del Giudice Sportivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui