Vaticano, caso Becciu: arrestata la manager Cecilia Marogna

0
20

Vaticano, il caso Becciu ha scritto oggi un nuovo capitolo: la Guardia di Finanza ha arrestato la manager Cecilia Marogna, vicina al cardinale

Coronavirus vaticano
Vaticano, caso Becciu, nuova svolta clamorosa (Getty Images)

Il caso del cardinale Becciu che sta scuotendo il Vaticano ha scritto oggi un nuovo capitolo. A Milano infatti alcuni agenti della Guardia di finanza hanno arrestato a Milano la manager Cecilia Marogna, eseguendo un mandato di cattura internazionale emesso dagli investigatori vaticani attraverso l’Interpol.

La donna, esperta di relazioni diplomatiche, risulterebbe coinvolta nello scandalo finanziario che ha meso al centro della cronaca nelle ultime settimane il Vaticano. In oparticolare sotto la lente degli inquirenti sarebbero finiti alcuni bonifici per un valire complessivo di circa 500mila euro ricevuti dalla Santa Sede. Per lei l’accusa è di peculato per distrazione di beni.

I bonifici sotto inchiesta sarebbero stati emessi per alcune operazioni umanitarie segrete in Africa e Asia. In realtà però, secondo quanto emerso dalle èpeime indiscrezioni, sarebbero stati spesi per acquistare di beni di lusso. Una poltrona da 12mila euro, scarpe, borse, vestiti e profumi di lusso che nulla avrebbero a che fare con gli scopi reali delle donazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaticano, si dimette il cardinale Angelo Becciu dalla carica di prefetto Cause dei Santi

Caso Becciu, la manager cagliaritana ha ricevuto diversi bonifici tutti da chiarire

angelo becciu
L’ex cardinale Becciu (Facebook)

Secondo quanto è emerso da quando è scoppiato il caso, la 39enne manager cagliaritana  avrebbe intrattenuto rapporti con la Segreteria di Stato vaticana già nel 2016. Si era presentatacome esperta di relazioni diplomatiche e mediatrice nelle crisi internazionali al cardinale Angelo Becciu, suo corregionale. In seguito aveva ottenuto una lettera firmata dallo stesso Becciu che la accreditava come persona di sua fiducia.

Ma soprattutto a cominciare dal 2018 Cecilia Marogna aveva ricevuto diversi versamenti di denaro sul conto corrente di una sua società con sede in Slovenia della quale risulta amministratrice. Ufficialmente erano tutti bonifici con causale “contributo per missione umanitaria”. In realtà però le indagini avrebbero scoperto che si trattatava di una società fantasma

Il caso Becciu è legato all’acquisto di un immobile di lusso a Londra che ha avurto conseguienze pesante per il prelato. In una recente udienza, Papa Francesco  infatti lo ha privato della carica di prefetto per le cause dei Santi e di tutti i diritti conllegati al cardinalato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui