Giro d’Italia, altri 8 positivi al Covid: due squadre si ritirano

0
18

Giro d’Italia, altri 8 positivi al Covid: due squadre si ritirano dalla corsa. Dopo Simon Yates sono stati contagiati anche Steven Kruijswijk e Michael Matthews

Giro d'Italia
Giro d’Italia 2020, altri 8 positivi al Covid (Foto: Getty)

Dopo una prima settimana filata via liscia senza grossi problemi, il Giro d’Italia sta ora vivendo un momento estremamente difficile. Prima la positività di Simon Yates lo scorso sabato, ora i casi di Steven Kruijswijk del team Jumbo-Visma e Michael Matthews del Team Sunweb. Entrambi hanno contratto l’infezione ma non presentano sintomi significativi. Sono stati affidati alle cure dei rispettivi medici e saranno costretti all’immediato ritiro dalla “corsa rosa“. Come se non bastasse anche altri 6 membri dello staff di due squadre sono stati contagiati. Si tratta della Mitchelton-Scott (4), della Ag2r-La Mondiale (1) e del Team Ineos Grenadiers (1). Tutti sono stati posti in regime di quarantena obbligatoria.

Il team Jumbo-Visma ha comunicato che gli altri corridori e tutti i componenti dello staff sono risultati negativi al secondo giro di tamponi e potranno continuare la competizione.  “All’interno della squadra prendiamo molte misure per evitare contagi. E mi sento bene“, ha commentato Kruijswijk. “È una grande delusione ricevere questa notizia. È un peccato dover lasciare il Giro in questo modo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, primo caso al Giro d’Italia: si ritira uno dei favoriti

Giro d’Italia, altri 8 positivi al Covid: si ritirano Steven Kruijswijk e Michael Matthews

Steven Kruijswijk
Giro d’Italia, Steven Kruijswijk e Michael Matthews positivi al Covid (Foto: Getty)

Anche il direttore della seconda corsa a tappe più importante del mondo, Mauro Vegni, ha voluto esprimere il suo dispiacere.

Perdere un team è un dispiacere e un rammarico: di comune accordo con lo staff della Mitchelton-Scott abbiamo preso la decisione più corretta anche dal punto di vista etico. Naturalmente per tutti noi l’obiettivo resta quello di arrivare a Milano, stiamo facendo tutto il possibile per affrontare questa corsa a ottobre e per condurla in porto fino alla fine“.

Il Giro d’Italia ripartirà senza la Mitchelton-Scott, la squadra che già aveva perso Simon Yates la scorsa settimana e che ha visto l’allargarsi dei contagi ad altri 4 membri dello staff.

A chiarire la posizione del team è stato il direttore generale Brent Copeland.

Lunedì sera abbiamo purtroppo ricevuto la notizia dei risultati di positività al coronavirus per i membri del nostro staff, dopo il terzo ciclo di tamponi in tre giorni. Per una questione di responsabilità sociale nei confronti dei nostri corridori e del nostro staff, del gruppo e dell’organizzazione del Giro d’Italia, abbiamo preso la decisione di ritirarci dalla corsa“.

Le persone coinvolte sono al momento tutte asintomatiche, o con sintomi lievi, ma la salute dei nostri atleti e del personale è la priorità principale. Ora ci occuperemo del loro trasporto in luoghi sicuri per svolgere la quarantena“.

Auguriamo alla Rcs e al resto del gruppo – conclude – di proseguire con successo l’edizione di quest’anno del Giro d’Italia e non vediamo l’ora di tornare nel 2021“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, vaccino Irbm in arrivo: “3 milioni di dosi entro Natale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui