Nuovo Dpcm 12 ottobre, stop a gite e calcetto: le novità

0
23

Il nuovo Dpcm 12 ottobre sta per diventare realtà: tra i provveddimenti stop a gite e calcetto, mascherine all’aperto e spettatori contingentati

Premier Conte, Deficit
Nuovo Dpcm, il premier Conte è pronto (Getty Imagesd)

Diventerà ufficiale soltanto all’atto dell’approvazione e della successiva iscrizione nella Gazzetta Ufficiale, ma emergono altre indiscrezioni sul nuovo Dpcm. Nessuna gita scolastica permessa fino a nuovo ordine e stop an che a tutti gli sport di contatto, ma soltanto a livello amatoriale.

Nel mirino però ci sono soprattutto gli assembramenti fuori dai locali. Per questo nessuno potrà più sostare e consumare bevande oltre le 21, anche se sarà possibile il servizio al tavolo. Pub e ristoranti comunque potranno restare aperti fino a mezzanotte, almeno fino a nuovo ordine. E per tutti, obbligo delle mascherine all’aperto, con forte raccomandazione ad usarle all’interno delle abitazioni private se ci sono persone non conviventi.

coronavirus trieste
Coronavirus, stretta sugli orari dei locali (Getty Images)

Non è ancora stata presa una decisione definitiva sulle scuole, ma ail presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, spinge per la didattica a distanza nelle scuole superiori. Un provvedimento nell’ottica di non gravare sul trasporto pubblico e che sarà esaminato nei prossimi giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Conte: “Nuovo Dpcm? Proviamo a licenziarlo già stasera”

Nuovo Dpcm, vietate le partitelle tra amici ma non lo sport dilettantistico

covid calcetto
Calcetto, tutto bloccato (Foto Twitter)

Un capitolo importante è quello legato allo sport e agli eventi sportivo. Saranno vietate tutte le partitelle tra amici che prevedano più di sei atleti in campo. Quindi scatta il coprifuoco sulle partite di calcetto e basket tra amici ma sono salve quelle organizzate dalle società dilettantistiche. Un provvedimento per non penalizzare chi è ripartito dopo il lockdown investendo in sicurezza.

Nessuna deroga invece all’ingresso di spettatori negli stadi, che restano fidssati in un  maassimo di 1000. Stessa quota nei palazetti, con capienza che sale fino al 15%. E ancora, per le cerimonie come matrimoni, comunioni, cresime e funerali limite massimo di 30 persone nei ricevimenti.

Nessuna riduzione invista invece per il numero degli spettatori nei cinema e per gli spettacoli dal vivo come ha confermato il ministro Franceschini. Quindi il njmero rimarràò di 200 al massimo per gli eventi al chiuso e di 1000 all’aperto per spettacolo dal vivo e cinema. “Nel Dpcm saranno confermati questi limiti con la conferma della possibilità delle regioni di derogare. E le deroghe sino ad oggi concesse con ordinanze regionali verranno fatte salve proprio con il provvediemnto” ha spiegato Franceschini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui