Coronavirus, primo caso al Giro d’Italia: si ritira uno dei favoriti

0
30

Coronavirus, primo caso al Giro d’Italia: si ritira uno dei favoriti. Il caso è stato comunicato questa mattina e ha fatto scattare immediatamente il protocollo di sicurezza

Giro d'Italia Coronavirus
Coronavirus, primo caso al Giro d’Italia: si ritira uno dei favoriti (Foto: Getty)

Il britannico Simon Yates si è ritirato dal Giro d’Italia dopo essere risultato positivo al coronavirus. A comunicarlo nella mattinata di sabato è stato direttamente il suo team Mitchelton-Scott.

Yates ha sviluppato sintomi molto lievi nelle ore successive alla settima tappa di ieri“, ha annunciato in un comunicato la squadra australiana.

Il team medico della Mitchelton-Scott ha subito richiesto un test rapido, che ha riportato un risultato positivo. Successivamente è stato eseguito un secondo test, RT-PCR, che ha confermato l’infezione“.

Yates, che ha vinto la Tirreno-Adriatico in preparazione al Giro, era 21° in classifica, a tre minuti e 52 secondi dal leader della generale Joao Almeida. L’inglese era considerato alla vigilia uno dei favoriti ma è incappato in una prima settimana molto difficile dal punto di vista della forma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, calcio: rinviata Italia-Islanda Under 21 per due casi positivi

Coronavirus, primo caso al Giro d’Italia: si ritira Simon Yates

Simon Yates
Coronavirus, primo caso al Giro d’Italia: si ritira Simon Yates (Foto: Getty)

I corridori del Giro d’Italia sono costantemente testati per il Covid e vivono all’interno di una grande bolla di sicurezza. Il protocollo utilizzato è simile a quello del Tour de France, terminato lo scorso 20 settembre, che non ha riportato nessun caso di contagio. Anche il pubblico, solitamente numeroso sulle strade della nostra corsa a tappe, è tenuto debitamente a distanza per non venire in contatto con i corridori.

Al Tour, due test positivi in ​​una squadra nel giro di una settimana avrebbero innescato l’espulsione della stessa dalla corsa. Questo non avviene al Giro dove al momento è stato escluso il solo Simon Yates. 

Il medico della Mitchelton-Scott Matteo Beltemacchi ha detto che venerdì il ciclista inglese non presentava nessun sintomo preoccupante dopo la settima tappa, vinta dal velocista francese Arnaud Demare.

Simon ha mostrato una temperatura normale venerdì sera durante i nostri controlli di routine, senza avere nemmeno un colpo di tosse“.

Dopo aver riscontrato la positività lo abbiamo immediatamente isolato nella sua stanza e abbiamo effettuato un altro test rapido. La cosa più importante resta la salute del ragazzo“.

Poi aggiunge: “Al momento i sintomi sono davvero molto lievi, simili ad una leggera influenza“.

Anche il resto del team Mitchelton-Scott al Giro è stato testato, riportando una completa negatività. Potranno quindi prendere parte alla tappa di oggi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, derby a rischio: nuovo positivo in casa Milan

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui