Covid-19, positivi tre medici a Foggia: rischio focolaio nell’ospedale

0
22

Covid-19, positivi tre medici a Foggia: rischio focolaio nell’ospedale. I ginecologi si sarebbero ammalati in tre momenti differenti secondo quanto riportato dal Dg del Policlinico Riuniti

Ospedale Foggia Covid
Covid-19, positivi tre medici a Foggia: rischio focolaio in ospedale (Foto: Facebook)

Aumentano i casi di Covid in tutta Italia e come al solito i luoghi più rischio tornano ad essere gli ospedali. le strutture sanitarie si trovano a dover fronteggiare delle nuove ondate di ricoveri, a volte senza le adeguate misure di sicurezza e il rischio di creare nuovi focolai è sempre dietro l’angolo. Proprio negli ultimi giorni tre medici del Policlinico Riuniti di Foggia sono risultati positivi nell’arco di cinque giorni. Tra l’altro tutti presentano dei sintomi anche se al momento non sono definiti gravi. Si tratta di tre operatori del reparto di Ostetrica e Ginecologia, tenuto al momento sotto massima osservazione per il pericoloso trend innescatosi. L’esito dell’ultimo tampone è arrivato proprio ieri sera, confermando la terza infezione in poche ore. Ora si sta predisponendo il controllo con tampone per tutti gli operatori del nosocomio pugliese. Al momento ne sono già stati eseguiti 60 a personale medico o comunque a persone entrate in contatto con loro. I primi 15 tamponi sono risultati negativi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid Hospital, è emergenza in Campania e Lazio: quasi pieni

Covid-19, positivi tre medici a Foggia: lavorano tutti nel reparto di Ginecologia del Policlino Riuniti

Covid-19
Covid-19, positivi tre medici a Foggia: rischio focolaio nell’ospedale (Foto: Facebook)

Uno dei problemi che era stato riscontrato nei giorni scorsi riguardava la necessità di migliorare i percorsi di accesso e uscita del Policlinico di Foggia. Troppo spesso si potevano verificare dei casi di promiscuità tra le aree sporche e quelle pulite. Un’attenzione che è salita dopo il caso di una donna che ha partorito nella sala pulita pur essendo positiva al virus. L’azienda ha attivato una serie di test rapidi per controllare al meglio l’evolversi della situazione. Nonostante tutto però sembra che non ci sia un’adeguata salvaguardia della sicurezza del personale in corsia. Un rischio che potrebbe aumentare specie dopo i nuovi tre casi di positività tra i ginecologi.

A sottolineare che non si tratta di un focolaio è stato però il direttore generale del Policlinico Riuniti, Vitangelo Dattoli.

Non si tratta di un focolaio visto che i tre si sono ammalati in momenti consequenziali. Non sono collegati ad alcun caso specifico o ad alcun caso Covid transitato nel reparto. Intanto abbiamo già sanificato tutti gli ambienti“, conclude Dattoli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus nel mondo, nuovo record di contagi: 338mila in 24 ore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui