Russia, delirio in strada: uomo si dà fuoco inneggiando Putin

0
32

Russia, delirio in strada: uomo si dà fuoco a San Pietroburgo inneggiando Putin per il suo compleanno. Il leader russo ha appena compiuto sessantotto anni

Putin
Russia, delirio in strada: uomo si dà fuoco inneggiando Putin (Foto: Getty)

Incredibile gesto di follia a San Pietroburgo dove un uomo anziano che indossava un cartello con su scritto “Buon compleanno, signor Presidente” si è dato fuoco in una strada. Il fatto incredibile è avvenuto proprio nel giorno del sessantottesimo compleanno di Vladimir Putin.

Lo scellerato protagonista è un uomo d’affari di 71 anni, che è stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni dopo la sua autoimmolazione testimoniata da dozzine di passanti fuori da un centro commerciale. Secondo i media locali la vittima ha subito ustioni di primo e secondo grado al 45% della sua superficie corporea.

Testimoni oculari hanno descritto di averlo sentito gridare “qualcosa sul compleanno del presidente Putin e un regalo” prima di commettere l’atto, ha riferito il sito web di Megapolis.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Putin: “Russia pronta a qualsiasi scenario futuro”

Russia, uomo si dà fuoco a San Pietroburgo: il gesto in piazza per il compleanno di Putin

vladimir Putin
Russia, delirio in strada: uomo si dà fuoco inneggiando Putin (Foto: Getty)

I video in seguito hanno mostrato un cartello mezzo bruciato con la scritta “Buon Compleanno, signor Presidente” accanto all’uomo che si contorceva per il dolore circondato dalla polizia e dai passanti.

Secondo il sito di notizie Fontanka.ru, la vittima possedeva una società immobiliare da quasi 20 anni situata vicino al luogo della sua “folle dimostrazione d’affetto”.

La polizia ha sottolineato come l’uomo era stata sotto osservazione in un istituto psichiatrico da diverso tempo.

Questo è il secondo atto di dimostrazione estrema che si è compiuto in Russia nel corso dell’ultima settimana. Venerdì la giornalista indipendente Irina Slavina è morta dopo essersi data fuoco davanti al quartier generale della polizia di Nizhny Novgorod.

Il suo ultimo post sui social media “incolpava la Federazione Russa” per la sua morte, avvenuta il giorno dopo che la polizia ha fatto irruzione nella sua casa per trovare delle prove inerenti il ruolo all’interno dell’opposizione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus nel mondo, 36 milioni di casi: boom in Usa e Canada

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui