Covid-19, Bruxelles corre ai ripari: chiudono bar e caffè

0
26

Covid-19, Bruxelles corre ai ripari: chiudono bar e caffè. Il Governo belga ha deciso di dare una stretta per contenere questa seconda ondata europea del virus

Bruxelles
Covid-19, Bruxelles corre ai ripari: chiudono bar e caffè (Foto: Getty)

Il coronavirus torna a far paura in tutta Europa. Dopo i numeri spaventosi provenienti da Stati Uniti, Brasile e India, anche il Vecchio Continente  ha dovuto far fronte ad una pesantissima seconda ondata. La Francia e la Spagna sono i due Paesi più colpiti, con picchi di 10.000 nuovi positivi al giorno. Un rialzo per certi versi inaspettato e che inevitabilmente porterà a delle misure cautelative a livello sociale che potrebbero intaccare la ripresa economica. Anche il Belgio non sta facendo eccezione e il Governo non ha avuto dubbi nell’intervenire per limitare la mobilità dei propri cittadini. Per un mese a partire da domani mattina i bar e i caffè rimarranno chiusi per tutto l’arco della giornata. Viene meno quindi una delle principali modalità di aggregazione dei cittadini.

Lo ha deciso la nuova stretta varata dal consiglio di sicurezza della città, votata a grande maggioranza nelle ultime ore. Nonostante le parziali proteste da parte della popolazione, quindi, si torna ad una situazione simile alla scorsa primavera.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa 2020, Biden: “No a secondo dibattitto con Trump ancora positivo”

Covid-19, Bruxelles corre ai ripari: da domani chiusi bar e caffè

Bar e Caffè Bruxelles
Covid-19, Bruxelles corre ai ripari: chiudono bar e caffè (Foto: Getty)

Rimarranno invece aperti, almeno per il momento, i ristoranti di Bruxelles. Il tutto in attesa di capire l’evoluzione dei contagi nel prossimo mese. Al momento in Belgio il numero totale degli infetti è salito a quota 134.000, con un incremento nelle ultime 24 ore di 1.968 casi. La media dei contagi dell’ultima settimana è di circa 2.100 al giorno, più o meno sui parametri italiani, pur avendo meno di 12 milioni di abitanti. 

L’innalzamento dei positivi nei primi giorni di ottobre è stato del 32% superiore rispetto all’ultima settimana di settembre, riportando in alto l’allarme ospedaliero. I nuovi ricoveri sono di media quasi 80 al giorno, con un incremento del 21% rispetto alla scorsa settimana. Purtroppo anche i decessi hanno visto un’impennata: in media 9,4 tra il 28 settembre e il 4 ottobre. Il totale delle vittime ha superato quota 10.000.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Putin. “Russia pronta a qualsiasi scenario futuro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui