Stati Uniti-Vaticano, è scontro dopo le parole di Pompeo

0
28

Il Vaticano ha risposto pubblicamente alle critiche del Segretario di Stato degli Stati Uniti Mike Pompeo, negandogli anche una visita con il Pontefice. 

Getty Images

L’amministrazione Trump sta strumentalizzando la figura di Papa Francesco e “questa è proprio una delle ragioni per cui il Papa non incontrerà il segretario di Stato americano Mike Pompeo”. Dichiarazioni forti, che sembrano sancire una vera e proprio rottura tra gli Stati Uniti e il Vaticano considerato che a pronunciarle è stato monsignor Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati. Una figure molto simile a ciò è che il Ministro degli Esteri nelle altre nazioni. Lo scontro probabilmente è nato alcuni giorni fa quando Pompeo ha scritto un editoriale sulla rivista First Things, un importante quotidiano mensile religioso-conservatore, affermando che se il Vaticano decidesse di firmare l’accordo con la Cina, finirebbe con il mettere “a rischio la propria autorità morale”. Il Segretario di Stato Usa aveva inoltre chiesto di poter vedere il Papa durante la sua visita in Italia, ricevendo un secco rifiuto e la motivazione che Francesco non è solito incontrare esponenti politici di un paese che si trova in campagna elettorale. 

Leggi anche: Vaticano, si dimette il cardinale Angelo Becciu dalla carica di prefetto Cause dei Santi

Vaticano, l’accordo con la Cina

Getty Images

L’accordo provvisorio tra la Cina e il Vaticano scadeva il 22 settembre e non è ancora stato rinnovato. Il Segretario di Stato Parolin ha però di recente dichiarato che per quanto lo riguarda, ci sono ottime possibile che l’intesa venga completata. Parolin ha infatti spiegato che “la nostra intenzione è che sia prolungato, penso che si continui a adottarlo ad experimentum come si è fatto in questi due anni, in modo tale da verificare l’utilità. Con la Cina, il nostro interesse attuale è quello di normalizzare il più possibile la vita della Chiesa, far sì che la Chiesa possa vivere una vita normale che per la Chiesa cattolica è anche avere relazioni con la Santa Sede e col Papa, e tutto questo naturalmente anche in uno sfondo di pacifica convivenza, di ricerca della pace e di superamento delle tensioni: la nostra prospettiva però è su questo tema ecclesiastico”.

Leggi anche: Coronavirus, scatta l’allarme nella Città del Vaticano: positivo il cardinale Tagle

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui