Covid-19, ministro Speranza: “Per ora impatto basso nelle scuole”

0
29

Covid-19, ministro Speranza: “Per ora impatto basso nelle scuole”. Al momento i numeri sono sotto controllo e non lasciano presagire criticità imminenti

Ministro Speranza
Covid-19, ministro Speranza: “Per ora impatto basso nelle scuole” (Foto: Facebook)

I timori più grandi in vista della seconda ondata di Coronavirus che sta investendo il mondo, riguardano la scuola. La riapertura delle aule a settembre doveva essere un pericoloso trampolino di contagi per adulti e bambini. Fortunatamente però fin ad ora i numeri sembrano essere ancora contenuti, nonostante lo scenario stia diventando grigio a livello nazionale. Anche in Italia si sono superati abbondantemente i 2.500 casi al giorno, come nel resto d’Europa, ma a quanto pare nel computo complessivo la scuola non sta rivestendo un ruolo di primo piano. Nonostante questo, secondo quanto riporta dall’ANSA, in questo momento in totale ci sono 1492 studenti infetti sul territorio. A cui si aggiungono 349 docenti positivi e 116 tra il personale ATA. Non proprio numeri di poco conto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, OMS allarmata: “Il 10% della popolazione è infetto”

Covid-19, il ministro della Salute Speranza: “Per ora impatto basso nelle scuole”

Roberto Speranza
Covid-19, ministro Speranza: “Per ora impatto basso nelle scuole” (Foto: Facebook)

Proprio oggi si sta presentando in Parlamento il nuovo Dcpm sul Covid ideato dal Governo per far fronte all’aumento dei contagi. Mascherine all’aperto in quasi tutte le Regioni ed estensione dell’emergenza nazionale fino al 2021. Nessuna menzione invece per quanto riguarda il coprifuoco. I negozi potranno continuare a rispettare gli orari attuali.

All’interno della discussione alla Camera, ha preso la parola anche il ministro della Salute Roberto Speranza, per parlare proprio di scuola.

Penso che sia ancora presto per un giudizio definitivo sulla capacita del Paese di mantenere un livello basso di contagio nelle scuole, ma i primi numeri segnalano un impatto basso e buona capacita di tenuta“.

Poi aggiunge: “I casi ci sono e ci saranno nelle prossime settimane ma i protocolli che abbiamo individuato in questo momento sono solidi“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nuovo Dpcm, no ai coprifuoco: sì all’obbligo di mascherina all’aperto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui