Asti, a 16 anni arrestato a scuola: il motivo è sconvolgente

0
29

Asti, un ragazzo di 16 anni è stato arrestato a scuola dopo essere stato perquisito dagli agenti. Aveva portato a scuola una Beretta e un coltello

Polizia Roma
Asti, a 16 anni arrestato a scuola (archivio Pixabay)

Un video postato su Instagram, l’allarme che scatta in Questura, indagini velocissime e l’arresto. Solo che il protagonista di questa storia resa nota oggi, è un ragazzo di 16 anni. Succede tutto ad Asti e i motivi alla base dell’arresto fanno riflettere.

Tutto è partito, come ha spiegato successivamente la Questura, da un filmato. Mostrava un ragazzo seduto in un bar della centralissima piazza San Secondo che mostrava un botrsello nero con una pistola al suo interno. Stava chiacchierando con un coetaneo, nessuno attorno a loro si è accorto di nulla. Ma quel video è finito nel mirino degli agenti della Squadra mobile e da lì sono partite le indagini.

L’arresto è avvenuto all’ingresso di scuola (Pixabay)

Il primo passo è stato risalire all’identità del ragazzo e così è emerso che già questa estate era stato denunciato perché con un coltello aveva minacciato un coetaneo sempre ad Asti. Non potendo sapre come sarebbe andata a finire questa volta e quali fossero le sue intenzioni, gli agenti hanno deciso di passare all’azione, intercettandolo a scuola.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vicenza, pianifica di uccidere i genitori: fermata una 15enne

Asti, il 16enne è stato arrestato poco prima di entrare a scuola

Mafia Palermo
La polizia colpisce il clan Pagliarelli (via Websource)

Così i poliziotti hanno atteso il ragazzo fuori dalla scuola professionale astigiana che frequenta. Quando lo hanno visto arrivare poco prima dell’ingresso con il borsello nero mostrato nel video, sono passati all’azione. Lo hanno bloiccato e aprendo il borsello hanno rinvenuto una Beretta semiautomatica calibro 22 che è risultata rubata a luglio nell’Astigiano. Dentro al caricatore c’erano 9 colpi e in più nella tasca dei pantaloni lo studente aveva anche un coltello a serramanico con una lama da 10 centimetri.

Il motivo alla base di quel comportamento? Il ragazzo voleva affrontare un coetaneo che aveva mandato alcuni messaggi alla sua fidanzata. Come ha spiegato suvccessivamente nell’interrogatorio, pensava che gli avesse mancato di rispetto perché l’aveva fatto senza il suo permesso.

Gli agenti quindi lo hanno arrestato per il porto illegale dell’arma e denunciato per il possesso del coltello e la ricettazione della pistola. Su disposizione del tribunale di Torino, il 16enne è stato portato nel carcere minorile di Torino e dopo l’udienza di convalida il giovane è stato messo in una comunità e affidato ai servizi sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui