Brescia, trovato un teschio: potrebbe essere di una bambina scomparsa

0
28

Durante una battuta di caccia, un uomo ha trovato un teschio: potrebbe appartenere a Iuschra Grazi, bambina scomparsa nel 2018

trovato un teschio a Brescia
Pixabay via @Free-Photos

Stando a quanto raccolto dall’edizione odierna del Giornale di Brescia, un cacciatore durante una delle sue battute, ha trovato un piccolo teschio. Ci troviamo a Serle, un piccolo comune di poco più di 3 mila abitanti in provincia di Brescia. Due anni fa, proprio qui svanì d’improvviso la piccola Iuschra Gazi, ecco il motivo per il quale ogni indizio porta a pensare che il cranio possa essere proprio il suo.

> > > CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SU TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI < < < 

Di fronte alla macabra scoperta di un piccolo teschio, l’uomo che si accingeva ad una battuta di caccia, ha allertato immediatamente le autorità. I Carabineri, insieme alla squadra speciale, hanno fatto i dovuti rilievi in zona ed il teschio è stato prelevato. Attualmente quanto rinvenuto è nelle mani dei medici che stabiliranno se, effettivamente, quelle ossa appartengono alla piccola scomparsa a luglio di due anni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Morto Kenzo, il celebre stilista vittima del Coronavirus

Teschio trovato a Brescia: il caso di Iuschra Gazi

teschio ritrovato a Brescia
Pixabay via @Pexels

Iuschra Gazi è una bambina di origini bengalesi, autistica, scomparsa il 19 luglio 2018. Al momento della scomparsa la piccola aveva 12 anni ed era in gita nei boschi del serlese con gli operatori della Fobap (Fondazione bresciana di assistenza a psicodisabili). Per un lungo tempo sono state fatte ricerche per ritrovarla, fino a qualche mese fa in cui la giustizia ha preso la sua decisione. Un patteggiamento ad otto mesi per omicidio colposo per una delle assistenti della fondazione.

LEGGI ANCHE > > > Sui social con pistole e pugnali, tre ragazzini denunciati

Intanto i genitori non hanno mai perso le speranze. Seppure sono passati due lunghissimi anni senza più Iuschra, il padre ci spera ancora e l’ha detto ad ANSA. “Nessuno mi aveva avvisato del ritrovamento, aspetteremo che venga analizzato il teschio. Non ho mai capito quanto è accaduto in quel giorno, ma da papà spero sempre che un giorno possa ritornare”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Roma, pestano un ragazzo perchè non invitati alla festa: tre arresti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui