Caso Gregoretti, udienza preliminare rinviata: cosa rischia Salvini se venisse condannato

0
32

Processo Gregoretti, l’udienza preliminare per il procedimento a carico di Matteo Salvini è stata spostata al prossimo 20 novembre. Saranno ascoltati anche Conte, Di Maio e Lamorgese. 

matteo salvini

Il pubblico ministero Andreas Bonomo aveva chiesto di archiviare il procedimento a carico dell’ex-ministro dell’Interno per i reati di sequestro di persona con riferimento al blocco della nave Gregoretti nel porto di Catania. Il giudice per l’udienza preliminare Nunzio Sarpietro ha invece deciso, dopo due ore in camera di consiglio, di rinviare il dibattimento al 20 novembre 2020. Saranno chiamati a testimoniare il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il ministro dell’Interno Lamorgese, il ministro degli Esteri Luigi di Maio e l’ex-ministro Toninelli.

Il processo per il sequestro di persone sulla nave Gregoretti e quello per l’analogo reato sulla nave Open Arms metteranno a rischio Matteo Salvini in caso sia condannato in primo grado. Il ballo c’è la sua possibilità di fare politica attiva, perché una condanna potrebbe causare la sua decadenza da senatore e l’incandidabilità alle prossime elezioni.

Sono gli effetti della legge Severino del 2012, che prevede che i candidati che si presentano alle elezioni nazionali o europee non debbano aver riportato condanne con pene superiori ai due anni. Inoltre, se la condanna avviene mentre il politico è in carica alla Camera o al Senato, questa comporta la sua decadenza immediata.

Salvini quindi dovrà rispondere di non aver concesso lo sbarco dei 130 migranti tratti in salvo dalla nave Gregoretti il 26 luglio del 2019, tra loro c’erano anche minori. Nel caso di condanna, la pena potrebbe essere proprio superiore ai due anni. In questo caso, a differenza di quanto era successo per lo stop alla nave Diciotti, il Senato non ha negato il l’autorizzazione a procedere.

In caso di condanna, decadenza e incadidabilità, Matteo Salvini rischia di perdere la leadrship di tutto il centro-destra, già messa in discussione dopo il tiepido risultato delle elezioni regionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui