Summit Ue, sanzioni per la Bielorussia: trovato l’accordo

0
31

Dopo il summit Ue arrivano le prime sanzioni alla Bielorussia del premier Lukashenko. Trovato l’accordo anche per un avvertimento alla Turchia.

Ue summit Bielorussia
Arrivano le prime sanzioni al paese di Lukashenko (Foto: Getty)

Dopo un lungo summit, l’Ue ha deciso di emettere sanzioni immediate per la Bielorussia ed un avvertimento per la Turchia. Al centro della decisione dell’Unione Europea c’è l’intento di fermare le trivellazioni nel Mar Mediterraneo. Al termine della prima giornata di vertice, così, i paesi dell’Unione sono riusciti a trovare un accordo per sanzionare il paese bielorusso ed avvertire la nazione di Recep Erdogan.

L’unica ad opporsi duramente alla decisione è stata Cipro, pronto a farla pagare alla Turchia, che alla fine però è riuscita a trovare un compromesso con l’Ue. Il governo dell’Isola cipriota, infatti, ha bocciato per ben due volte il trattato stilato dall’Unione chiedendo sanzioni più pesanti per il paese turco. I leader europei, alla fine, sono riusciti a concordare un forte sostegno con Cipro e la Grecia.

Nonostante il compromesso trovato con l’isola ellenica e con la nazione cipriota, i vertici dell’Ue si sono auspicati di riaprire il dialogo con la Turchia, sperando di avere dei progressi nelle prossime settimane. La questione sarà ridiscussa dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, durante l’ultimo consiglio dell’anno a Dicembre. Infatti per il presidente francese ci sono tutti gli strumenti per portare avanti un dialogo, ma rispettando il diritto internazionale e la sovranità di tutti gli Stati membri.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Usa, Trump e Melania positivi al Coronavirus: “Siamo in quarantena”

Summit Ue, sanzioni alla Bielorussia ed avvertimento alla Turchia: la situazione

Summit Ue Bielorussia
La situazione dopo il summit dell’Unione Europea (photo Gettyimages)

Dopo aver concluso il summit, l’Ue si è dichiarata sopresa dall’atteggiamento della Turchia, che non ha mostrato segnali distensivi nei confronti di Cipro, come invece è accaduto in passato con la Grecia. E’ stata Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea, che ha cercato di ricongiungere i due paesi dichiarando che le provocazioni e le pressioni devono finire, altrimenti toccherà all’Unione Europea che passerà alle sanzioni. La presidentessa ha concluso affermando che la Turchia deve dimostrare un atteggiamento costruttivo nei confronti dell’Unione.

La situazione di tensione tra Cipro e Turchia, inoltre, ha sbloccato le sanzioni per la Bielorussia. Infatti, come annunciato da Charles Michel, le sanzioni non toccheranno direttamente il premier Lukashenko, ma riguarderanno circa 40 membri del regime che saranno colpiti da divieti di viaggio e congelamento dei beni. Inoltre tutti i 27 paesi dell’Ue, compreso Cipro, respingono l’ennesima rielezione di Lukashenko affermando la tesi del risultato illegittimo e chiedendo nuove elezioni.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Wikileak, Assange: annunciata data per processo su estradizione Usa

L.P.

Per altre notizie di Politica Estera, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui