Palermo, sospetta intossicazione da botulino: in 28 al Pronto Soccorso

0
66

Continua a crescere il numero di pazienti nel pronto soccorso di Cefalù, i quali si sospetta abbiano una intossicazione da Botulino: sono tutti lavoratori del cantiere sulla Palermo-Messina

coronavirus

Continua a crescere il numero di pazienti recatisi al Pronto Soccorso di Cefalù, a Palermo, a causa di una sospetta intossicazione da botulino tra gli operai del cantiere del raddoppio ferroviario sulla linea Palermo-Messina.

Nel corso di questa notte sono ricorsi alle cure dei sanitari altri quattro lavoratori con gli stessi sintomi neurologici degli altri 24. Tutti avrebbero mangiato uno stesso pasto.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, chiuse le scuole in un comune di Salerno

Intossicazione da botulino, due pazienti in terapia intensiva

Pronto soccorso

Tra gli ultimi arrivati, due sono ricoverati in stretto monitoraggio a causa del peggioramento delle condizioni. Entrambi sono stati trasportati nelle terapie intensive degli ospedali Giglio di Cefalù e Cimino di Termini Imerese.

Sono attualmente cinque i pazienti in terapia intensiva ,con prognosi riservata, nei due ospedali. Dei 28, invece, sono stati 12 i dimessi. I carabinieri del Nas ed i tecnici dell’Asp di Palermo hanno eseguito diversi controlli nell’azienda di catering che ha preparato il pasto di cui sopra. I campioni di cibo prelevati verranno esaminati.

LEGGI ANCHE—> Campania, Codacons avverte De Luca: “Elton John dev’essere sanzionato”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui