Napoli, polizia effettua controlli a Secondigliano: 48 persone fermate

0
34

Nella giornata di ieri a Napoli, la Polizia ha effettuato dei controlli straordinari nella zona di Secondigliano. Quarantotto persone identificate e una patente ritirata. 

Getty Images

Nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato di Secondigliano, con la collaborazione del Reparto di Prevenzione Crimine Campania, hanno svolto un servizio straordinario di controllo nella zona di Secondigliano a Napoli. Circa quarantotto persone sono state fermate e identificate. Quattordici di queste, risultavano avere precedenti penali. A otto di loro, la polizia ha contestato violazioni del Codice Stradale e ritirato una patente di guida. 

Leggi anche: Napoli, bimbo di 11 morto suicida: la famiglia chiede silenzio

Roma aggrediscono un ragazzo e gli fanno perdere un occhio: il motivo

Getty Images

Un’aggressione orrenda, che farà sicuramente discutere nei prossimi giorni nonostante sia avvenuta qualche mese fa. È accaduto infatti un ragazzo di 28 anni, originario del comune di Ladispoli, sia stato picchiato selvaggiamente davanti alla sua fidanzata. Tre a ragazzi infatti, che si è scoperto in seguito essere due pugili amatoriali, lo hanno pestato causandogli la perdita dell’occhio. Un episodio orribile, che fa ancora più ribrezzo nel momento in cui si è scoperta la motivazione alla base dell’aggressione.

I tre infatti si erano offesi per non essere stati invitati a una festa organizzata dalla vittima. È stato il ragazzo a denunciarli alla polizia dopo il pestaggio. Si tratta di due fratelli e del loro cognato, che oltretutto frequentavano la stessa palestra di pugilato e si allenavano insieme. Gli inquirenti hanno in seguito accertato anche la responsabilità della sorella dei due fratelli che si trovava con loro quella notte. Ma non solo sembra sia stata lei ad avvisare i fratelli e il fidanzato che aveva incontrato il ragazzo a Civitavecchia, impedendo poi in seguito alla compagnia del ragazzo di intervenire per aiutarlo. 

Leggi anche: Palloni per i detenuti di Poggioreale, il bel gesto dell’Associazione Un’Infanzia da Vivere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui