Inventa gravidanza e parto per ritornare con il suo ex, ragazza rinviata a giudizio

0
36

Una ragazza di Roma avrebbe finto per mesi una gravidanza solo per cercare di riallacciare il rapporto con il suo ex, che sarebbe anche stato stalkerizzato. 

tribunale di roma

Una vicenda paradossale è quella che coinvolge una coppia romana. Dopo la fine della loro breve relazione, lei avrebbe finto di essere rimasta incinta. Avrebbe così tempestato di telefonate lui, aspettandolo anche sotto casa oppure al lavoro. Inoltre, simulando diverse volte dei malori. Ma era tutto falso, almeno secondo quello che scrive il pubblico ministero che le ha inviato un avviso di garanzia per il rinvio a giudizio.

Diverse volte il ragazzo avrebbe chiesto di poter vedere la documentazione riguardo la gravidanza, ma -cosa ancora più paradossale- di poter vedere suo figlio dopo il parto. Una circostanza simulata, il bambino non c’era ma la sua ex-fidanzata sosteneva sempre che fosse a casa dei nonni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Aborto farmacologico solo in ospedale: nuova circolare in Piemonte

Stalking e gravidanza simulata

Alla simulazione della gravidanza e del parto si aggiungono i reati di cui dovrà rispondere davanti al tribunale. In particolare, il ragazzo ha raccontato di aver dovuto cambiare casa e di essersi dovuto trasferire in un comune vicino Roma dopo essere stato appostato alcune volte. In particolare, aveva preso l’abitudine di entrare nel proprio palazzo indossando un casco e temendo assalti con l’acido. Un vero incubo durato mesi, ma che all’inizio sembrava una normale gravidanza. Lui si era anche detto pronto a prendersi le proprie responsabilità di padre.

Sarà il tribunale di Roma a stabilire se si tratta di stalking o meno. La circostanza che il pubblico ministero ha già accertato è che la gravidanza sarebbe stata simulata. Così come anche il parto. Una strategia portata avanti per mesi anche con messaggi continui su Whatsapp e telefonate da numeri sconosciuti. Motivi per cui il ragazzo è il suo legale, Emanuele Fierimonte, hanno presentato querela.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui