Brasile, cane di Bolsonaro firma legge sul maltrattamento animale

0
34

Brasile, il cane di Bolsonaro si è reso assolutamente protagonista nell’atto di firmare un documento contro la violenza sugli animali.

Bolsonaro e il cane (Getty)

Purtroppo il tema della violenza suglia animali è sempre particolarmente complicato e controverso. Ogni giorno, infatti, ci rendiamo conto con incredulità del fatto che esistono persone che ancora non hanno ben compreso l’importanza di non maltrattare gli animali. Non tutti hanno ancora fatto propria la concezione che un cane, un gatto ma anche una mucca o un pappagallo non siano dei giocatoli senza emozioni, ma degli essere viventi simili a noi. Le attività relative al maltrattamento animale, che spaziano dalla vendita alla tortura, continuano ad essere reati che tutti i giorni vengono denunciati e fermati.

LEGGI ANCHE —> Covid-19, il nuovo bollettino medico: 2499 positivi e 24 deceduti

Brasile, cane di Bolsonaro firma legge sul maltrattamento animale nel Paese

Bolsonaro non sta di certo gestendo nel miglior modo possibile l’emergenza Covid-19 in Brasile, anzi. Sempre più contagiati vengono fuori ogni giorno, rendendo il Paese un vero e proprio inferno per tantissimi abitanti, che sono spaventati dalla pandemia originatasi a Wuhan. Ma continua la sua lotta per difendere gli animali. Pochissime ore fa, infatti, il numero uno del Brasile ha emanato una nuova legge che punisce in maniera estremamente più severa chi maltratta gli animali. A firmare la legge, con un festo veramente incredibile, è stato il cane del presidente Bolsonaro, Nestor. Con queste nuovi leggi che sono state ufficialmente approvate dal governo sudamericano, punisce in modo esemplare coloro che non rispettano gli animali e si macchiano dei crimini di maltrattamento e di abuso. Tuttavia, riprota Wired, è molto probabile che tutto questo sia soltanto una strategia per migliorare la propria immagine pubblica a causa dei tanti errori commessi nella difesa contro il Covid-19. 

Leggi anche —-> Informazione online, Web365 sale al sesto posto: la classifica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui