Mike Pompeo a Roma avvisa Giuseppe Conte: “Attenti al 5G della Cina”

0
38

Il segretario di Stato degli Stati Uniti, Mike Pompeo, lancia un monito al governo italiano: la Cina vorrebbe usare la tecnologia 5G per controllare l’Italia.

mike pompeo
Fonte: Facebook

Il vertice tra Mike Pompeo, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha al centro il tema della sicurezza nazionale messa in pericolo dalla Cina e la tecnologia telefonica del 5G. Le parole del segretario di Stato americano hanno scatenato la reazione dell’ambasciata cinese in Italia, che ha chiesto le scuse formali dell’uomo di Donald Trump.

Secondo Pompeo, la privacy degli italiani è in pericolo a causa del 5G e per la sudditanza delle aziende cinesi che lo producono al governo di Pechino, che può chiedere in qualsiasi momento di violare la segretezza delle comunicazioni di chi utilizza gli smartphone provenienti dal Sol Levante.

Pompeo dichiara ufficialmente che il governo cinese vuole usare la propria influenza sull’Italia per fare gli interessi di Pechino. Il ministro degli Esteri Di Maio ha rassicurato immediatamente il capo della diplomazia USA sostenendo che il nostro Paese ha come interesse prioritario la sicurezza nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Caso Navalny, Pompeo accusa: Avvelenato da alti funzionari russi

Il 5G della Cina

Di Maio ha inoltre rassicurato che la segretezza delle reti di comunicazione a tecnologia 5G sarà garantita. L’Italia adotterà la norma del golden power, che permetterà al Paese di monitorare il settore delle comunicazioni. L’Italia è legata a doppio filo sia agli interessi degli Stati Uniti che a quelli dell’Unione Europa, questa la sintesi delle parole del ministro grillino.

Di Maio ha concluso sostenendo che in “Italia ci sono alleati, interlocutori e partner economici. Un Paese come il nostro è aperto a possibilità di investimento, ma mai fuori dai confini dell’Alleanza Atlantica”.

Sulla situazione in Libia, Mike Pompeo afferma che gli Usa sono al lavoro per la pacificazione della nazione. Una grande mobilitazione diplomatica finalizzata ad arrivare al cessate il fuoco nella regione tra le forze avverse. Un obiettivo che sembra ancora molto lontano dall’essere raggiunto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui