Coronavirus, il Governo valuta l’estensione dello stato d’emergenza

0
44

Il Coronavirus torna a far paura in Italia, con il Governo pronto ad allungare lo stato d’emergenza. Nessuna regione a zero casi, cresce la preoccupazione.

Coronavirus Governo
Il premier Conte chiamato ad una decisione importantissima (Getty Images)

L’epidemia da Coronavirus torna a preoccupare il governo italiano. Infatti negli ultimi due mesi abbiamo visto un aumento di casi incessante, con tutti i numeri che sono tornati a salire dai contagi giornalieri ai posti in terapia intensiva, fino ad arrivare al numero di decessi causati dal virus. Così, con la data della pubblicazione del vaccino ancora incerta (non si avrà almeno fino al 2021), l’Italia torna a prendere misure di sicurezza.

Nei giorni scorsi abbiamo visto come la Campania, a causa dei contagi da record, abbia imposto delle nuove e dure misure restrittive. Questo provvedimento potrebbe essere adottato anche dal premier Giuseppe Conte per l’Italia intera. Infatti al momento, il presidente del Consiglio starebbe pensando ad allungare lo stato d’emergenza, almeno fino al 31 gennaio dell’anno nuovo.

Una scelta del genere, tutelerebbe soprattutto la salute dei cittadini italiani, nuovamente preoccupati dalla seconda ondata di Covid-19. I termini di scadenza per lo stato d’emergenza, ad oggi sono fissati al 15 ottobre, ma con la situazione attuale dei casi aumentano le possibilità di una proroga fino all’anno nuovo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid-19, bollettino 30 settembre: 1851 contagi e 19 morti

Coronavirus, il Governo potrebbe allungare lo stato d’emergenza: il confronto con il Cts

cORONAVIRUS Governo
Il premier italiano deciderà con il Cts (via Getty Images)

L’ipotesi di una proroga allo stato d’emergenza sarebbe stata lanciata proprio dal Comitato Tecnico Scientifico. Così la decisione sarà presa in comune accordo con i vertici del Cts, pronti a prolungare l’emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Ad oggi, i casi totali in Italia sono ben 315mila, con un incremento di positività di ben 1.850 unità nella giornata di ieri. Inoltre sono tornati ad aumentare anche i decessi. Infatti durante il 30 settembre sono stati registrati altri 19 morti, per un totale di ben 35.894 decessi totali dall’inizio della pandemia. A guidare il bollettino della Protezione Civile del 30 settembre ci pensano Lazio e Campania, che negli ultimi giorni hanno visto incrementare le nuove positività.

La situazione ha preoccupato maggiormente il governatore Vincenzo De Luca, che ha deciso di prendere nuove e severe misure restrittive, per bloccare la curva dei contagi. Solamente durante la prossima settimana avremo i risutati della nuova ordinanza di De Luca, che potrebbe servire da esempio per le altre regioni della penisola.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Omicidio Vannini, 14 anni a Ciontoli, 9 e 4 mesi ai familiari: la sentenza

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui