Omicidio Vannini, 14 anni a Ciontoli, 9 e 4 mesi ai familiari: la sentenza

0

Omicidio Vannini, Antonio Ciontoli condannato a 14 anni, 9 anni e 4 mesi per i familiari. La vittima venne uccisa tra il 17 e il 18 maggio del 2015 a Ladispoli

omicidio vannini
Omicidio Vannini, Ciontoli condannato a 14 anni di reclusione (Twitter)

Tra il 17 e il 18 maggio del 2015, Marco Vannini venne ucciso con un colpo di pistola mentre si trovava a casa della sua fidanzata a Ladispoli. A cinque anni di distanza, è arrivata la condanna definitiva in seconda corte d’assise d’appello di Roma per Antonio Ciontoli.

14 anni di reclusione per omicidio volontario con dolo eventuale. Per i familiari di Ciontoli, invece, la condanna è di 9 anni e 4 mesi di reclusione per concorso anomalo in omicidio volontario. In particolare, la corte si è espressa nei riguardi di Maria Pezzillo – la moglie dell’imputato – e dei figli Federico e Martina (fidanzata di Marco Vannini).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lampedusa, scontro tra peschereccio e Guardia di Finanza: le ultime

Omicidio Vannini, la madre di Marco: “Finalmente giustizia è stata fatta”

omicidio Vannini
Per i familiari del colpevole, 9 anni e 4 mesi (Screenshot da Twitter)

Omicidio Vannini, è arrivata la sentenza definitiva da parte della corte d’assise d’appello di Roma: 14 anni di reclusione per Antonio Ciontoli, 9 anni e 4 mesi per i familiari. Subito dopo il processo d’appello bis, ha parlato Marina Conte, la madre della vittima. “Finalmente giustizia è stata fatta, bisogna lottare sempre. Marco sarebbe ancora qui, se solo fosse stato soccorso” le parole riportate da rainews.it: “Ora andrò al cimitero per trovare Marco e dirgli che la giustizia è arrivata, spero che il custode mi apra il loculo“.

Nel corso del processo d’appello bis, Antonio Ciontoli si è rivolto proprio alla donna, chiedendole perdono.Dovrebbe chiederlo a se stesso per ciò che ha fatto. Non so quale strategia abbia deciso di adottare dietro quelle parole” ha continuato la madre di Marco: “Questa è una sede di giustizia, mica di vendetta. I giovani hanno il dovere di crescere seguendo principi morali sani“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Palermo, sgominato gruppo criminale che spacciava droga: 11 arresti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui