Coronavirus, 14 positivi al Genoa: la provocazione di Bassetti

0
41

Coronavirus, 14 positivi al Genoa: la provocazione di Bassetti. Secondo il direttore dell’ospedale San Martino: “Può essere la Waterloo dei tamponi”

Matteo Bassetti
Coronavirus, 14 positivi al Genoa: la provocazione di Bassetti (Foto: Facebook)

La situazione relativa ai positivi del Genoa dopo la trasferta di Napoli, sta tenendo banco in tutta Italia. Il primo caso di focolaio attivo in un club di Serie A dalla ripresa del campionato, può mettere a rischio lo svolgimento del torneo e pone una pesante minaccia sul futuro del nostro calcio. Proprio quanto la Figc, grazie al parere del Cts, aveva deliberato il calo dei tamponi, da effettuare solo nelle 48 ore precedenti al match. Ora chiaramente il tutto potrebbe essere rivisto ma permane un grosso dubbio. E se i test effettuati dai genoani non sono attendibili? L’esperto virologo Massimo Galli aveva avanzato il dubbio proprio nella serata di ieri, ricordando che in alcuni casi il tampone può essere fallace e una così larga positività di giocatori potrebbe indurre ad una riflessione. Sulla stessa falsariga è anche Matteo Bassetti, direttore dell’ospedale San Martino di Genova.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, l’infettivologo Bassetti: “Il 99% degli anziani in ospedale ora guarisce”

Coronavirus, 14 positivi al Genoa: la provocazione di Bassetti

Napoli-Genoa
Coronavirus, 14 positivi al Genoa: la provocazione di Bassetti (Foto: Getty)

Bassetti ha condiviso su Facebook un commento relativo a quanto accaduto ieri a Genova. Secondo il noto infettivologo: “Quello che sta accadendo al Genoa potrebbe essere la Waterloo dei tamponi”.

Bassetti si è sempre espresso in modo contrario a chi, come Crisanti, promuoveva l’uso massiccio dei tamponi per controllare la diffusione del virus. A suo avviso, infatti, si rischierebbe di “dare false patenti di negatività da un lato, e dall’altro creare un esercito di positivi asintomatici“. L’attendibilità dei tamponi, insomma, non è così chiara da poterci basare tutta la strategia di prevenzione per il Covid-19.

Il direttore del San Martino poi aggiunge: “Occorre rimettere al centro la clinica fatta di segni e sintomi, che unita alla virologia, rimane lo strumento migliore per la gestione della pandemia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, infettivologo Bassetti: “Nessun pericolo, mai più lockdown”

Mentre lo studio di Vo’ Euganeo sembrava una facile vittoria di Pirro, quello che sta accadendo al Genoa Calcio potrebbe…

Pubblicato da Matteo Bassetti su Lunedì 28 settembre 2020

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui