Scuola in spiaggia, a Vasto professori e alunni in riva al mare

0
70

Scuola in spiaggia, una singolarissima iniziativa che hanno preso i docenti ed i responsabili di una scuola italiana per combattere il Covid-19.

Scuola spiaggia Vasto (via Facebook)

Il Covid-19 non è di certo un problema del passato, anzi. La malattia che si è originata dai mercati della carne di Wuhan non fa altro che aumentare il numero dei contagiati, diffondendosi con estrema velocità anche dove già sembrava che il peggio fosse passato. Proprio per questo la situazione è particolarmente delicata e far ripartire tutto non è di certo una passeggiata. Particolarmente critica è la situazione legata alla scuola, alla sua ripresa e alla messa in sicurezza di tutte le persone che la frequentano e la vivono di giorno in giorno.

Tantissimi bambini e bambine, ma anche gli stessi insegnanti e di conseguenza tutte le famiglie di Italia, sono in grandissimo pericolo. E’ necessario che tutte le normative stilate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità vengano rispettate nella maniera più attenta e precisa possibile. Solo così si potranno evitare i contagi e il diffondersi della malattia. Ebbene in una scuola della piccola Vasto, alcuni hanno avuto una grande idea.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, chiude scuola a Bari: studenti positivi dopo una festa

Scuola in spiaggia, a Vasto professori e alunni in riva al mare

Gli alunni ed i professori dell’Istituto Madonna dell’Asilo di Vasto hanno, in seguito a permessi scritti e ok della dirigenza, fatto lezione sulla vicina riva. Così, mentre il Governo si impegna per trovare nuove strutture, il personale ha usato le coperture già presenti sul bagnasciuga e i banchetti. I bambini, come si vede nella foto, sono a distanza di sicurezza, attentamente seguito e in un ambiente in cui si arieggia e si respira aria pulita. Una soluzione che è stata molto apprezzata e che sta riscuotendo tantissimo successo online, proprio per la genialità che la costituisce.

In questo modo i fondi dello Stato sono risparmiati, i bambini stanno all’aperto e imparano in modo sicuro e anche gli insegnanti non sono sottoposti allo stress della gestione negli spazi stretti. Una vittoria totale, che certamente non può essere estesa ad ogni istituto, ma è qualcosa.

LEGGI ANCHE –> Napoli, chiude la prima scuola: studente trovato positivo al coronavirus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui