Chiara Ferragni come la Madonna, Codacons denuncia per blasfemia

0
38

Chiara Ferragni come la Madonna in una nuova immagine che ha postato la donna qualche giorno fa e che sta continuando a scatenare polemiche e litigi sui social.

Chiara Ferragni (screenshot)

L‘arte è una cosa assai controversa e non potrebbe essere altrimenti. Il senso del bello è qualcosa di estremamente relativo, così come i confini entro cui è consigliabile stare. Eppure è anche compito dell’arte in generale osare continuamente, anche contro se stessa. Per spingere i nostri taboo sempre più lontani e spingerci a mettere in discussione tutti i nostri preconcetti e le nostre idee. E’ in questa ottica che probabilmente è necessario leggere l’immagine che qualche giorno fa ha postato la famosissima influencer italiana Chiara Ferragni. Moglie di Fedez e mamma di Leone, la donna è stata ritratta proprio insieme in una composizione che tanto ricorda una delle migliaia di raffigurazione della Madonna. Il velo blu, gli sguardi aleatori, il modo di tenere tra le braccia il piccino.

LEGGI ANCHE —> Pec obbligatoria, il primo ottobre scatta l’obbligo per le aziende: multe fino a duemila euro

Chiara Ferragni come la Madonna, Codacons denuncia per blasfemia

Questa immagine, che è frutto puramente artistico e voglia di osare, ha causato tanti problemi alla donna italiana. In tantissimi, infatti, hanno accusato Chiara Ferragni di sentirsi come la Madonna, e quindi una Santa tra tutti noi. Mentre tantissime persone stanno commentando direttamente sotto l’immagine, insultando e minacciando la ragazza, il Codacons ha agito per vie legali. La ragazza in particolare è stata denunciata per  blasfemia e offesa al sentimento religioso. Ora quindi ci sarà una battaglia legale tra i rappresentanti dell’imprenditrice italiana e l’organo votato al controllo e alla difesa del consumatore. Una situazione molto complessa, che certamente potrebbe avere degli importanti risvolti per il futuro dell’arte, delle immagini modificate e delle immagini a tema religioso.

LEGGI ANCHE —>  Decreto semplificazioni: cosa accade a chi non comunica la pec

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui