Cina, divampa incendio in un centro ricerca Huawei: tre morti

0
47

In Cina un terribile incendio ha colpito un centro ricerca Huawei. Le fiamme alte non solo hanno distrutto l’edificio, ma hanno tolto la vita a tre persone.

Cina Huawei
L’edificio Huawei andato a fuoco nella gioranta di ieri (via Screenshot)

Un enorme incendio è divampato nella giornata di ieri in Cina, con le fiamme che hanno raggiunto uno dei centri di ricerca di Huawei. Il rogo è avvenuto nella città cinese di Dongguan, colpendo uno degli edifici del colosso della telefonia cinese. Fiamme alte ed un enorme nuvola di fumo nero, hanno sovrastato la città cinese in pochissimo tempo.

Sul posto però sono intervenuti subito i Vigili del Fuoco, con il Governo della città che ha dichiarato di aver avviato un’indagine. L’edificio colpito, inoltre, è molto importante per la multinazionale cinese, visto che proprio lì si stava costruendo una base di ricerca. Le forze dell’ordine hanno identificato le vittime come dipendenti dell’azienda. Inoltre come anticipato in precedenza, sono state tre le persone che hanno perso la vita.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Parigi, attentato vicino alla sede di Charlie Hebdo: fermato un aggressore

Cina, incendio in base di ricerca Huawei: colpita Dongguan

In seguito all’incendio sono intervenuti ben 140 Vigili del Fuoco per spegnere l’incendio. Subito dopo il rogo, sui propri canali social, Huawei ha confermato che l’edificio faceva parte dell’azienda ma che al momento era ancora inutilizzato. Nonostante ciò, all’interno dell’edificio sono stati trovati tre corpi esanime.

L’edificio, come anticipato, era in costruzione quindi più che dipendenti Huawei c’è la possibilità che le tre vittime fossero degli operai al lavoro. A riportare la notizia con video ci ha pensato il Global Times. Sul proprio sito, il Global Times ha ricordato che l’edificio era in acciaio e che con molte probabilità il rogo sarebbe stato scatenato dall’incendio di alcuni materiali fonoassorbenti.

Secondo alcune indiscrezioni, persone in camice bianco sarebbero state viste uscire di corsa dall’edificio. Al momento però non esistono prove concrete di una deflagrazione. Dongguan, inoltre, è la sede dove sorge il campus di Huawei che può ospitare 25.000 dipendenti e che è costato 1,5 miliardi di dollari alla multinazionale della telefonia. Un edificio, che come affermarono i capi di Huawei, si ispirava alla cultura architettonica Europea.

LEGGI ANCHE -> Norvegia, re Harald ricoverato in ospedale: le condizioni di salute

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui