Instagram, attacchi hacker per una falla al sistema: come proteggersi

0
138

Instagram, una falla rivelata da Check Point Software avrebbe potuto permettere a numerosi hacker di appropriarsi di account utilizzando una singola foto

Instagram hacker
Instagram, rivelata falla al sistema: possibili attacchi hacker (photo Pixabay)

Attacchi hacker ad Instagram. Secondo quanto rivelato dai ricercatori di Check Point Software Techonolgoies, il noto colosso di Zuckerberg avrebbe una falla nell’elaborazione delle immagini, che permetterebbe agli hacker di appropriarsi degli account e trasformare i telefoni delle vittime in strumenti di spionaggio.

Una volta ottenuto il controllo dello smartphone, infatti, il cybercriminale è in grado di accedere alla posizione GPS, ai contatti telefonici e persino alla fotocamera. Dopo l’avvertimento da parte di Check Point Software, Facebook avrebbe immediatamente rilasciato una patch per correggere la vulnerabilità. “Problema risolto, ringraziamo per l’aiuto Check Point Software” si legge in una nota ufficiale:Per fortuna, non abbiamo visto alcuna prova di violazione degli account di Instagram“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Google Maps, update in arrivo: mostrerà le aree con più casi di Coronavirus

Instagram, attacchi hacker agli account: come proteggersi

instagram hacker
Ecco come proteggersi dal possibile attacco

Account di Instagram troppo vulnerabili e attaccabili dagli hacker in maniera molto semplice. Secondo quanto emerso dall’indagine di Check Point Software, i cybercriminali avrebbero potuto sfruttare la falla nel sistema per prendere il controllo di numerosi smartphone. Per fare ciò, una volta salvata la foto pubblicata dalla vittima, l’hacker avrebbe semplicemente dovuto inviare il post via mail o WhatsApp. In questo modo, avrebbe avuto accesso non solo all’account di Instagram, ma anche ai dati sensibili all’interno del telefono.

Per proteggersi dagli attacchi hacker sui social, il responsabile della ricerca informatica presso Check Point Software Yaniv Balmas ha dato alcuni consigli. “L’invito agli sviluppatori è quello di controllare i codici di terze parti, assicurandosi che l’integrazione venga eseguita correttamente” mentre per gli utenti: “È bene dedicare del tempo a controllare le autorizzazioni di ogni applicazione installata sul proprio smartphone“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Amazon Prime Day 2020, spuntano le possibili date dell’evento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui