Giovanni Paolo II, rubate le relique del Papa a Spoleto 

Giovanni Paolo II, scoperta terribile nel Duomo di Spoleto: sono state rubate le relique del Papa. “Atto grave che ferisce e offende tutti noi”, ha riferito l’arcivescovo. Indagano i Carabinieri. 

Giovanni Paolo II
Giovanni Paolo II

Annuncio choc dal Duomo di Spoleto: sono state rubate le reliquie di Giovanni Paolo II. A lanciare l’allarme è stata la sacrestana della basilica che ha notato l’assenza al momento della chiusura. L’ampolla in questione conteneva gocce di sangue del compianto Papa Wojtyla.

Giovanni Paolo II, rubata l’ampolla col sangue del Papa

“Quanto accaduto è un atto grave che ferisce la sensibilità e la devozione di tante persone”, ha dichiarato Rebato Boccardo, l’arcivescovo di Spoleto-Norcia. E ancora: “Voglio sperare che si sia trattato di un atto di superficialità e non intenzionale, non con l’intenzione di offendere la comunità cristiana. Voglio anche sperare che questo gesto assurdo non sia stato compiuto a fini di lucro”.

Potrebbe interessarti anche —-> Roma, irrompe in chiesa e distrugge tutto: denunciato 53enne

Sulla questione indagano i Carabinieri che stanno visionando anche le immagini dell’impianto di video sorveglianza. L’oggetto sacro, un cimelio dal valore affettivo e spirituale inestimabile, era stato donato alla Chiesa di Spoleto-Norcia il 28 settembre 2016. Fu l’allora arcivescovo di Cracovia, il cardinale Stanislaw Dziwisz, a offrire il santo dono.

Ora, quattro anni dopo, sarebbe dovuta essere trasferita nella chiesa di San Nicolò in Spoleto. La struttura ecclesiastica in questione è stata denominata proprio in onore del Santo Padre polacco e la consacrazione sarebbe prevista per il prossimo 22 ottobre. Una situazione per cui, tutto questo, ora fa ancor più male del dovuto.

Fu poco dopo la Pasqua che Giovanni Paolo II ci lasciò. Era il 2 aprile 2005, alla viglia della Domenica della Divina Misericordia. Morì all’età di 84 anni a causa di una grave infezione all’apparato urirario che portò altre complicazioni. L’ultima apparizione in pubblico fu il 30 marzo, quando si affacciò su Piazza San Pietro ma senza riuscire a pronunciare parola.

Leggi anche —-> Calciatrice si sveglia dal coma con la voce di Totti: ora vuole incontrarlo