Giappone, Miura da record: titolare in J-League a 53 anni – VIDEO

0
46

Nuovo record in Giappone per Kazu Miura. L’ex calciatore del Genoa, scende in campo da titolare nella J-League a 53 anni, nel match tra Kawasaki Frontale e Yokohama FC.

Giappone Miura
Miura da record nella massima serie nipponica (Getty Images)

Non si arresta in Giappone la favola di Kazu Miura, intento a battere ogni record di longevità. Il calciatore giapponese, infatti, nella passata stagione è tornato in massima divisione con il suo Yokohama FC. In attività da oramai dal 1986, il calciatore giapponese è tornato titolare in J-League per la prima volta dal 2007. Nella serata di ieri, infatti, il suo Yokohama FC affrontava il Kawasaki Frontale.

La sua presenza da titolare gli ha permesso di superare il precedente primato appartenente a Masashi Nakayama, che riuscì a scendere in campo da titolare J-League 1 all’età di 45 anni, 2 mesi e 1 giorno con la maglia del Consadole Sapporo. Miura da oramai seguiva questo record in Giappone, anche se mancava dalla massima categoria nipponica da oramai 13 anni, quest anno però il sogno si è realizzato. Al suo fianco è sceso in campo un’altra vecchia conoscenza della Serie A, Shunsuke Nakamura, giapponese dal piede fatato che vestì la maglia della Reggina.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Juventus, scambio con il Barcellona: c’è l’accordo

Giappone, Miura da record: l’esperienza con la maglia del Genoa

Giappone Miura
Il calciatore giapponese con la maglia del Genoa (via WebSource)

Kazu Miura conobbe il calcio italiano nel 1994, quando l’allora presidente del Genoa, Spinelli, decise di acquistarlo dal Tokyo Verdy. Il suo acquisto fece subito pensare ad una mossa di marketing, anche se nella propria patria Kazu era un vero e proprio idolo, che con i suoi goal trascinò la nazionale del Giappone ai Mondiali. In Italia, però, la stella di Miura non esploderà mai, non solo a causa delle barriere linguistiche, ma soprattutto a causa dello spigoloso rapporto con il compianto mister Franco Scoglio. Infatti, secondo vari aneddoti, Scoglio non sopportava il calciatore giapponese.

Per approdare in Italia, Miura rifiutò il ricchio stipendio in patria che raggiungeva i 3 miliardi e mezzo di lire all’anno. Nonostante la sfida italiana, Miura a fine stagione rifece le valigie per tornare al Tokyo Verdy. Della sua esperienza italiana ai tifosi del Grifone rimane il suo unico goal nel derby della Lanterna contro la Sampdoria, ed un simpatico video della Gialappa’s Band per la rubrica “Fenomeni Parastatali“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Tegola in casa Milan, difensore positivo al covid: il comunicato ufficiale

L.P.

Per altre notizie sul Calcio, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui