Alex Zanardi, il bollettino: “Ci sono progressi, ma il quadro è complesso”

0
79

Ci sono novità sulle condizioni di Alex Zanardi. Poco fa, i medici del San Raffaele di Milano hanno fornito il bollettino aggiornato

Alex Zanardi
Alex Zanardi, l’ultimo bollettino aggiornato del San Raffaele di Milano (Foto: Getty)

Continua la dura battaglia di Alex Zanardi. Lo scorso 19 giugno, il campione paralimpico è stato vittima di un terribile incidente sulla sua handbike. Da quel giorno, una lunga trafila di operazioni e bollettini sulle sue condizioni, che ora sembrano essere in miglioramento.

Poco fa, infatti, l’ospedale San Raffaele di Milano – dove Zanardi è ricoverato – ha fornito un bollettino aggiornato tramite una nota ufficiale. “Ci sono progressi significativi, ma il quadro clinico generale rimane comunque piuttosto complesso. Per quanto riguarda la prognosi, è prematuro sbilanciarsi al momento” si legge nella nota:Zanardi sta affrontando un percorso di cure sub-intensive. Inoltre, ha iniziato un ulteriore percorso chirurgico che ha come obiettivo quello di ricostruire il cranio facciale“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus,Ue: “In alcune nazioni situazione più grave di Marzo”

Alex Zanardi, le condizioni: “Risponde a stimoli visivi e acustici”

alex Zanardi
Il campione paralimpico sta rispondendo a stimoli visivi e acustici (Foto: Getty)

Il bollettino aggiornato fornito dall’ospedale San Raffaele di Milano lascia ben sperare sulle condizioni di Alex Zanardi. Ricoverato dallo scorso 24 luglio, il campione paralimpico sta seguendo un lungo iter di riabilitazione. “Da ormai qualche giorno, Alex sta prendendo parte a sedute di riabilitazione cognitiva e motoria, attraverso la stimolazione visiva e acustica” si legge nella nota ufficiale della struttura ospedaliera: “Il paziente sta rispondendo con dei segni di interazione con l’ambiente transitori e iniziali“.

Inoltre, è riuscito il primo intervento di ricostruzione cranio-facciale. I chirurghi, in realtà, già stanno studiando un secondo intervento per le prossime settimane, eseguito dal professor Pietro Mortini. Dopo il terribile incidente, infatti, si è parlato subito di “fracasso facciale”, ossia del quadro più grave di frattura del volto.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, svolta in Campania: mascherine obbligatorie anche all’aperto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui