Recovery, Di Maio: “Vale più del Piano Marshall, lavoriamo tutti insieme”

0
41

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha parlato dell’importanza del Recovery Fund durante un’audizione alla Camera: le parole 

Luigi Di Maio

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha parlato in un’audizione alla Camera ribadendo l’importanza del Recovery Fund: “Le risorse messe a disposizione dall’Europa sono ingenti. Il Recovery vale più del Piano Marshall, siamo chiamati a far presto ma anche bene”. Poi continua “è un treno che non ripasserà più e può essere un’occasione per modernizzare l’Italia”. Nessun contrasto con le altre forze perché “la volontà è quella di cogliere l’opportunità lavorando tutti insieme con Parlamento, maggioranza, forze d’opposizione e sociali”.

Il ministro spiega, inoltre, che c’è il massimo impegno da parte del governo di sfruttare al meglio le risorse del Recovery Fund. “Ora entriamo nella fase della razionalizzazione delle proposte sull’impiego del piano, – ha aggiunto – ed è necessario concentrare strategicamente le risorse affrontando i nodi strutturali che hanno frenato la crescita”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, Speranza avverte: “Virus circola ancora, mesi non facili”

M5S, Di Battista: “La più grande sconfitta”. Possibile scissione, Di Maio guarda al Pd

m5s Di Battista grillo

Dopo i risultati delle elezioni Regionali, Alessandro Di Battista ha parlato della “più grande sconfitta della storia del M5s”. Il pentastellato ha spiegato che “c’è un’innegabile crisi identitaria del M5s e di quel sogno cui hanno creduto in tanti ma in cui oggi non credono più facendo così mancare le ragione per votare i 5 Stelle. Ci siamo indeboliti e perdendo percentuali tra due anni e mezzo sarà più facile la restaurazione”. Per Di Battista la schiacciante vittoria del Sì al referendum non è solo merito dei 5 Stelle e quindi non si può di certo festeggiare coprendo una crisi di partito in corso.

Alcune voci, addirittura, parlano di scissione in vista per il Movimento fondato da Casaleggio e Grillo. Il ministro Luigi Di Maio già starebbe guardando al Partito Democratico intanto.

LEGGI ANCHE—> Donald Trump attacca ancora la Cina: “Sono stati loro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui