Morta Juliette Gréco, l’attrice icona della canzone francese

0

Muore a 93 anni Juliette Gréco, icona della musica francese e attrice affermata della nuovelle vague, famosa per la sua comparsa in Belfagor.

Juliette Greco

Si è spenta la famosa cantante francese e attrice della nouvelle vague, Juliette Gréco. La diva è morta a 93 anni dopo una vita vissuta come simbolo della musica d’Oltralpe. Era diventata famosa dopo essere apparsa nella serie Belfagor – il fantasma del Louvre.

Il triste bollettino è stato diramato dai suoi familiari, che hanno reso noto come Juliette Gréco sia morta nella sua magione di Ramatuelle, dopo aver avuto “una vita fuori dal comune”.

Le prime comparse dell’attrice cantante risalgono al 1945, a Parigi nei caffé di Saint-Germain-des-Prés. Lei ha ispirato la musica di Miles Davis e l’arte di Jean Paul Sartres e Jacques Prévert. Viene associata all’esistenzialismo francese, sia in musica che al cinema.

Era nata a Montpellier, suo padre era corso mentre sua madre francese. Il suo cognome era Lafeychine, ma fu cresciuta dai suoi nonni a causa del divorzio dei genitori. Da giovane, Juliette Gréco era stata attivista politica ad appena sedici anni contro la polizia segreta nazista che l’aveva tratta in arresto e torturata. La Gestapo voleva deportarla nei campi di concentramento, ma visto che era molto giovane fu rinchiusa a Fresnes.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Coronavirus, Francia: Parigi diventa zona super rossa

La carriera di Juliette Gréco

Sua madre si trasferì in Indocina seguendo un militare della marina, così Juliette prese residenza a  Saint-Germain-des-Prés dove cominciò ad esibirsi nei caffé. Bohemienne e musa ispiratrice di molti artisti dell’esistenzialismo, fu compagna anche di Miles Davis. Quando lei lo lasciò, lui cadde in depressione e fece uso di droga.

Molti grandi autori francesi hanno composto versi per Juliette Gréco, come Raymond Queneau e Jean-Paul Sartre, nonché Jacques Prévert. Come attrice, negli anni Sessanta prese parte alle riprese del successo internazionale di Belfagor – il fantasma del Louvre, oltre che al suo remake del 2001.

La sua vita sentimentale fu molto movimentata, a testimonianza dei tre matrimoni avuti con Philippe Lemaire, Michel Piccoli e Gérard Jouannest.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui