Cesare Battisti minacciato dall’Isis: arriva l’annuncio

Il legale di Cesare Battisti ha rilasciato alcune dichiarazioni. Fra queste, Gianfranco Sollai ha affermato che il suo assistito ha ricevuto minacce da parte dell’Isis. 

Cesare Battisti
Lula su Battisti (Getty Images)

Nella mattinata di mercoledì 23 settembre, c’è stata un’udienza per discutere il ricorso dei legali di Cesare Battisti. L’udienza è avvenuta davanti al Magistrato di Sorveglianza di Cagliari, dove gli avvocati del noto ex terrorista italiano hanno fatto ricorso sull’isolamento a cui, da gennaio 2019, è sottoposto Battisti.

Cesare ha ricevuto la condanna all’ergastolo e al momento si trova nel carcere di Alta Sicurezza di Rossano, in Calabria. Per i legali c’è stato un abuso di potere nei confronti di Battisti e inoltre chiedono un risarcimento danni allo Stato.

Battisti ha denunciato lo Stato per l’isolamento, e in una lettere consegnata ai suoi legali si definiva “prigioniero politico, sequestrato dallo Stato”.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, Francia: Parigi diventa zona super rossa

Cesare Battisti minacciato dall’Isis: arriva l’annuncio

Nella mattina di mercoledì 23 settembre, oltre all’udienza tenutasi davanti al Magistrato di Sorveglianza di Cagliari, uno dei legali di Cesare Battisti, Gianfranco Sollai, ai microfoni di Adnkronos ha parlato del suo assistito e di una presunta minaccia ricevuta da parte dell’Isis.

Secondo quanto riferito dal legale dell’ex terrorista, “Cesare Battisti non si trova bene a Rossano insieme a personaggi dell’Isis detenuti in Alta Sicurezza“.

Sollai poi prosegue affermando che il suo assistito “ha subito minacce di morte dall’Isis nel 2004 e nel 2015, per aver espresso pubblicamente le sue idee sui terroristi islamici, mentre si trovava in Brasile”.

Infine Gianfranco Sollai fa sapere attraverso i microfoni di Adnkronos che né lui né il collega nella difesa, Davide Steccanella, hanno avuto contatti con l’ergastolano da quando si trova in Calabria.

Potrebbe interessarti anche: Milano, chupiteria espone cartello sessista: la polemica social e le scuse

Potrebbe interessanti: Covid, lo studio: “Seconda ondata in arrivo”. Ma l’Italia sarebbe esclusa