Germania, la peste suina sta mettendo in difficoltà l’economia

0
72

In Germania la possibile presenza di una peste suina ha mandato nel panico il mercato agricolo. La Cina ha deciso di sospendere l’importazione di carne dal paese. 

Getty Images

Il 10 Settembre Julia Kloecker, Ministro dell’Agricoltura in Germania, annunciò durante una conferenza stampa, un primo caso di infezione suina. Un allarme scattato nella nazione a causa di dei test svolti su un cinghiale che era stato trovato morto a Brandeburgo.

Da quel momento, il timore di trovarsi di fronte a una vera e propria epidemia è diventato sempre più concreto in Germania. E le conseguenze si sono viste subito. La Cina infatti ha immediatamente sospese le importazioni di carne, mentre il governo brasiliano ha inviato un comunicato a quello tedesco richiedendo informazioni sulla sicurezza biologica e alimentare degli impianti di produzione. 

Leggi anche: Germania, non fumare costa il posto di lavoro

Peste Suina, il ruolo chiave della Cina

Getty Images

E se il governo di Pechino continuasse nella sua scelta di non rifornirsi di più dalla Germania, le conseguenze sull’economia tedesca potrebbero rivelarsi molto pesanti. E le previsioni fatte dagli esperti non sono incoraggianti. Si ritiene infatti che l’avvento di questa peste suina sul suolo tedesco, rischi non solo di danneggiare tutti gli allevatori locali, ma di influire pesantemente sul prezzo della carne di maiale nel resto d’Europa.

E le aziende agricole di Berlino rischiano di vedersi sottratto il mercato da parte di quelle americane. Naturalmente, sarà la Cina a costituire il vero ago della bilancia sulla questione. Pechino infatti è al momento il più grande importatore di carne del mondo, e le sue scelte influenzano l’intero comparto economico. 

Leggi anche: Coronavirus, record di casi in Germania: 2297 nelle ultime 24 ore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui