Serie A, due stadi aperti per il debutto in campionato

Stadi aperti per il debutto della Serie A? Dopo le parole del ministro Spadafora arriva il via libera dalla Regione Emilia-Romagna

Parma, stadio aperto per il debutto in Serie A (Getty Images)

Parma-Napoli e Sassuolo-Cagliari, in programma domenica 20 settembre nella 1^ giornata di Serie A, saranno partite speciali. Per la prima volta dal lockdown, infatti, sarà ammesso il pubblico sugli spalti anche se soltanto mille persone.

Dopo l’apertura con le parole del ministro Spadafora, oggi è arrivata la decisione della Regione Emilia-Romagna. A Parma e Reggio Emilia, stadio di casa del Sassuolo, cancelli aperti anche se con spettatori contingentati e rigidi protocolli. Sarà così anche il 31 ottobre e il 1° novembre a Imola in occasione del GP di San Marino per la Formula 1, fino a 13.147 persone

L’ordinanza firmata dal presidente Stefano Bonaccini concede la deroga al numero massimo di spettatori previsti per gli eventi sportivi. Tutto però a condizione che sia presentato dagli organizzatori un preciso piano per la sicurezza garantendo l’applicazione di determinate misure anti-Covid. In primis il distanziamento e l’uso obbligatorio della mascherina, gli accessi controllati, la sanificazione e i controlli fuori dalla struttura.

Anche il Sassuolo avrà il pubblico (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Ricciardi: “Si può pensare di riaprire gli stadi, De Laurentiis imprudente”

Stadi aperti in Emilia-Romagna, tutte le regole da seguire

In particolare per le due partite di calcio in programma domenica 20 settembre negli stadi di Parma (12.30)e Reggio Emilia (18) le regole sono chiare. Vietato assistere alle partite da postazioni in piedi, non si possono introdurre all’interno dello stadio striscioni, bandiere o altro materiale. Vietata anche ogni forma di contatto fra giocatori e spettatori alla fine della manifestazione. Inoltre, dovranno essere predisposti diversi varchi per l’accesso del pubblico in modo da evitare assembramenti nel momento del controllo temperatura e biglietti. Stesso discorso per il deflusso al termine delle partite.

La vendita di biglietti sarà esclusivamente on-line oppure in prevendita per evitare code e assembramenti alle biglietterie. Inoltre gli organizzatori dovranno conservare per almeno 14 giorni copia degli elenchi nominativi di chi abbia  acquistato i biglietti. Su eventuale richiesta dovranno anche renderli disponibili alle strutture sanitarie in caso di necessità di rintracciare chi fodsse entratop in contatto con contagiati.