Covid-19, in Gran Bretagna si va verso un nuovo lockdown

0

Covid-19, in Gran Bretagna si va verso un nuovo lockdown. La possibilità è stata paventata dal ministro della Salute britannica, Matt Hancock che non ha specificato eventuali date e modalità

GB lockdown
Covid-19, in GB si va verso nuovo lockdown: la possibile decisione (Foto: Getty)

A più di sette mesi dall’emergere dei primi casi di coronavirus a Wuhan, in Cina, il mondo sta ancora facendo i conti con la minaccia permanente della pandemia. Mentre il numero di decessi in molti paesi è sceso al di sotto dei livelli massimi osservati nella prima parte dell’anno, i casi sono di nuovo in aumento.

Nonostante la prima ondata sia stata fronteggiata con numerosi blocchi a livello internazionale, in Europa si continua ad assistere ad un incremento delle infezioni. L’incubo di un nuovo lockdown è ormai dietro l’angolo, come ultima soluzione per impedire la nascita di focolai troppo grandi e impossibili da controllare.

A causare questo nuovo allarmismo, come sottolineato nelle scorse settimane da Tedros Adhanom Ghebreyesus, capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, sono per la maggior parte i giovani. L’estate ha portato a spostamenti cospicui sul territorio continentale e questo ha svolto un ruolo decisivo.  Tra i primi a doverne pagare le conseguenze sono i cittadini del Regno Unito, prossimi a fronteggiare pesanti blocchi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Usa: nuovo scontro Trump-Biden sul vaccino

Covid-19, in Gran Bretagna si va verso un nuovo lockdown: le modalità

Lockdown GB
Covid-19, in Gran Bretagna si va verso un nuovo lockdown (Foto: Getty)

Durante l’ultimo aggiornamento di ieri, 16 settembre, la Public Health England ha dichiarato che al momento ci sono stati 378.219 casi confermati di coronavirus nel Regno Unito e 41.684 decessi associati.
L’Inghilterra è passata da uno stato di blocco nazionale – quando il virus era diffuso in gran parte del paese – a blocchi locali più mirati. Il governo ha detto che sta dando poteri alle autorità regionali per attuare misure di contenimento e queste saranno basate sulla presenza dei focolai locali. Di conseguenza, non tutte le città dovranno seguire le stesse regole. 

Dal 18 settembre sarà attuato uno dei più grandi blocchi locali dell’Inghilterra. Il governo ha annunciato che in gran parte dell’Inghilterra nord-orientale  saranno introdotte misure di lockdown più forti.

Le persone in queste aree potranno interfacciarsi solo con i propri familiari (i famosi congiunti delle nostre parti) e rimanere chiusi nelle proprie “bolle“. Ai cittadini è stato anche ribadito di utilizzare i trasporti pubblici solo per motivi essenziali, come recarsi a scuola o al lavoro.  E’ stato nuovamente istituito anche un coprifuoco per ristoranti, pub e bar. Dovranno rimanere chiusi tra le 22.00 e le 05.00.

Tuttavia, il governo ha anche messo in atto regole generali per tutto il resto del paese. Dal 13 settembre, alle persone in Inghilterra non è stato permesso di riunirsi in gruppi maggiori di 6 unità. 

Se la situazione non dovesse migliorare, il ministro della salute Matt Hancock ha fatto sapere che potrebbero essere ripristinate misure anche più dure prima di Natale. Tutto questo in attesa dell’arrivo del vaccino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Brasile, oltre 91mila vittime: in GB nuove restrizioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui